Prati | Articoli

Coronavirus, le tredici cose da sapere sui servizi che offre il Comune

Vi siete persi tra tutte le disposizioni di Roma Capitale relative all’emergenza Covid-19, alias Coronavirus? Tranquilli, non siete i soli. Per questo abbiamo tracciato una mappa di tutti i servizi di Roma Capitale. È un prezioso vademecum in tredici punti per orientarsi in questi giorni di crisi.

1. TRASPORTI
L’ultima corsa di metro-bus-tram è fissata per le ore 21. Sono state ridotte le corse con orario estivo e sospesi bus notturni. È stato ridotto anche il numero di corse dei taxi, che tra l’altro si sono premuniti allestendo specifiche protezioni all’interno delle auto.

2. STRISCE BLU
Sospese. Le strisce blu non si pagheranno fino al 3 aprile.

3. ZTL
Disattivata. Fino al 3 aprile, i varchi delle Zone a traffico limitato del Centro storico, del Tridente e di Trastevere sono disattivati. Idem per la Ztl notturna. Il Campidoglio ha deciso così, si legge sul sito, “per agevolare gli spostamenti in città di chi deve garantire la propria presenza al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali”.

4. SPORTELLI AL PUBBLICO
Sono erogati agli sportelli solo i servizi definiti “incomprimibili”. Come le denunce di nascita e di morte. Gli sportelli anagrafici dei Municipi aprono solo al mattino e solo su appuntamento. Attenzione: l’Ufficio denunce di morte del Dipartimento servizi delegati si trova ora in via Petroselli 50 (prima era al Verano). Invariati gli orari di apertura al pubblico (tranne il giovedì pomeriggio, quando l’ufficio chiude).
La Casa Comunale resta aperta, ma con questi orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

5. SERVIZI ANAGRAFICI
Cosa fare se la carta di identità è in scadenza? Ogni altro servizio anagrafico e di stato civile diverso da nascita e morte è disponibile esclusivamente online. Gli accessi sono contingentati, così da mantenere la distanza di sicurezza di un metro tra chi attende in fila e tra il pubblico e gli operatori. Gli uffici degli altri settori sospendono temporaneamente il ricevimento del pubblico.

6. IL CONTACT CENTER 060606
Che fine ha fatto lo 0606006, il numero da chiamare per ogni necessità che riguardi Roma? Tutto ok, è sempre lì. È sempre attivo, 24 ore su 24. Il Campidoglio sul suo sito chiede di evitare di telefonare per chiedere info sul Coronavirus: “Non saturate le linee per avere notizie già fornite dalle fonti a ciò preposte”.

7. SCUOLE
D’accordo, lo sapete. Scuole chiuse fino al 3 aprile. Ma forse ignorate che è stata completata la sanificazione di edifici, mense, arredi e scuolabus. L’operazione ha riguardato 212 asili nido capitolini, 318 scuole dell’infanzia capitoline, 181 nidi in convenzione, 7 nidi in concessione e 4 nidi in finanza di progetto.

8. MERCATI
I mercati rionali sono aperti. Nello specifico, però, gli unici banchi ammessi sono quelli che vendono generi alimentari. A patto però che possano garantire il rispetto della distanza minima di un metro. Quindi restano chiusi sia i mercati “saltuari”, sia quelli su sede impropria. Cioè, su strada. Nel caso del quartiere Trieste-Salario, quello di via Metauro.

9. PARCHI E VILLE
Tutto chiuso fino al 25 marzo. Sono open solo le aree e i parchi non recintati. Villa Borghese, per esempio. Significa che si può fare quello che si vuole? Assolutamente no. Anzi, il Campidoglio ha stabilito un aumento dei controlli per verificare il rispetto delle disposizioni fissate dal Decreto governativo dell’11 marzo.

10. CENTRI ANZIANI E DI AGGREGAZIONE
Stop fino al 3 aprile. Sono chiusi tutti i centri semiresidenziali socio-assistenziali e ludico-ricreativi. Tutti. Anche privati. Quindi: centri anziani, centri Alzheimer, centri diurni, laboratori per anziani-persone disabili-minorenni, ludoteche e centri di aggregazione giovanile.

11. CENTRI ANTIVIOLENZA
Il Comune di Roma prosegue l’attività di sostegno alle donne vittime di violenza, garantendo assistenza telefonica e rispondendo a tutte le richieste di aiuto. Ventiquattr’ore su ventiquattro. Basta chiamare il 1522 per fissare un appuntamento, durante il quale verranno osservate tutte le misure di sicurezza.

12. ATTIVITÀ CULTURALI
The end. Il Campidoglio ha chiuso tutti i musei, i teatri e tutti i luoghi e gli istituti della cultura. La misura è stata presa per tutto il Paese. Quindi, anche per Roma.

13. RIFIUTI
Ama ha chiuso, fino al 3 aprile, gli sportelli al pubblico per i servizi relativi alla Tari, la tariffa sui rifiuti (via Capo D’Africa 23/b, via Giovanni Amenduni (Ostia) e via Mosca 9). L’assistenza ai cittadini verrà comunque garantita con i servizi online dal portale www.amaroma.it e con il lavoro da remoto del personale in smart working, che sarà a disposizione degli utenti tramite “Telesportello” AMA. Basterà chiamare il call center 06.06.06. Resteranno invece aperti i Centri di raccolta riservati ai rifiuti ingombranti, elettrici, elettronici e “particolari” fino al prossimo 3 aprile. Attenzione, però: esclusivamente di mattina e con accessi scaglionati per consentire il mantenimento delle adeguate distanze di sicurezza. Segnatevi questi orari: dal lunedì al sabato (ore 7-12) e la domenica dalle 7 alle 13.
Per quanto riguarda il servizio “RiciclaCasa” di raccolta dei materiali ingombranti delle abitazioni e delle attività commerciali, sarà reso esclusivamente al piano stradale. Sono quindi sospesi tutti i ritiri al piano abitazione, ai box cantine e negli atri condominiali.

LEGGI la notizia sul taxi solidale per anziani e disabili

LEGGI la notizia sull’apertura dei mercati rionali