27 Maggio 2022 - 7:30 . Della Vittoria . Viabilità

“Caos e sosta selvaggia”: i comitati chiedono un nuovo piano viabilità per la prossima stagione calcistica

Viale Mazzini poche ore prima della finale di Coppa Italia Inter - Juventus. Foto dalla pagina Facebook Prati in Azione!
Viale Mazzini poche ore prima della finale di Coppa Italia Inter - Juventus. Foto dalla pagina Facebook Prati in Azione!

Con il trionfo della Roma a Tirana in finale di Conference league, si è conclusa, almeno per l’Italia, la stagione calcistica 2021 – 2022. Anche quest’anno il nostro quartiere è stato messo a dura prova sul fronte viabilità, specialmente per le gare di cartello come l’atto conclusivo di Coppa Italia tra Inter e Juventus e la stessa finale tra giallorossi e Feyenoord che è stata trasmessa sui maxischermi dell’Olimpico, dove erano presenti circa 50mila spettatori.

Traffico impazzito, lunghe code, parcheggi “requisiti” dai tifosi, sosta selvaggia su marciapiedi e strisce pedonali, per il quartiere la misura è colma. Il gruppo Facebook Prati in Azione! si è fatto carico del malcontento e ha inviato una mail alla polizia locale, gruppo Intervento traffico, per chiedere una migliore gestione della viabilità durante le partite all’Olimpico.

“Segnaliamo che durante gli ultimi eventi allo stadio Olimpico — si legge nel testo — non ci risulta essere stato predisposto un piano del traffico e dei parcheggi mirato a impedire l’invasione di auto private nel quartiere Della Vittoria. Le auto giungono fino a piazzale Maresciallo Giardino per essere lasciate anche in doppia fila, in uno scenario da morte della legalità e di assoluta inciviltà. Se da un lato il divieto di parcheggio è rigorosamente delimitato alla zona antistante lo stadio, la sosta selvaggia viene inspiegabilmente tollerata, o meglio legalizzata, nel resto del quartiere Della Vittoria. In passato era applicato con successo uno sbarramento alle auto in transito dirette allo stadio all’altezza di viale delle Milizie. I residenti di Della Vittoria chiedono a gran voce che tale sbarramento venga ripristinato e che vengano incentivati i mezzi pubblici che recano i tifosi dalle metro di Lepanto, Ottaviano e Cipro allo stadio”.

L’auspicio del quartiere è che la stagione 2022 – 2023 inizi come non si è conclusa quella precedente.