Roma, 22 novembre 2019 - 11:30

Essere Roma Nord

Sandra Naggar

Artista, voce del comitato Don Minzoni

29 ottobre 2019

Perché i bar di Roma Nord sono punti di riferimento che identificano un autentico status

“Essere Roma Nord” sono i bar disseminati nei quartieri, nelle piazze, nei crocevia o lungo le strade di grande flusso per gli spostamenti di intere famiglie da casa verso scuole, università, uffici, negozi, appuntamenti e passeggiate. Il bar è il punto di riferimento che identifica un luogo e a Roma Nord identifica uno status.

I bar storici, alcuni dei quali non ci sono più, per i romani costituiscono l’estensione di casa. Quel cortile, che aggregava fino agli anni ’60, da decenni si è trasferito nell’abitudine di fare colazione al bar, la pausa di metà mattinata, il pranzo oppure l’ora del tè o quella dell’aperitivo. Ci si riconosce e ci si saluta al bar, ci si dà un appuntamento, si fanno persino incontri di lavoro, sopratutto in quei bar di Roma Nord che offrono comodità, qualità e bellezza.

Ognuno di noi ha nella propria storia una serie di locali di riferimento, luoghi che accompagnano la propria vita come una colonna sonora. I miei bar sono Ciampini a Belsito, dove la signora Ciampini era alla cassa e il marito serviva al banco negli anni ’60. E tanti ne aprirono dopo, in giro per Roma, e tutti rimpiangono la sua chiusura a piazzale Medaglie d’Oro.

vanni via monte zebio
VANNI

C’è Vanni a via Monte Zebio: nella mia adolescenza era il bar della domenica con gli amici nella sala da tè al primo piano, il punto di ritrovo poi diventato riferimento per alcune proposte insuperabili. E poi Olivetti in via Mario Fani, davvero un bel bar tristemente ricordato per l’uccisione dei cinque agenti della scorta di Aldo Moro, rapito la mattina del 16 marzo 1978.

olivetti via fani
OLIVETTI

E ancora l’Euclide di Vigna Stelluti per lo shopping a Vigna Clara, oggi noto alle cronache per le registrazioni degli incontri di Carminati, rimane sempre un mio riferimento se vado al cinema Odeon o se devo incontrare amici di zona. Anche l’Euclide nella omonima piazza, bar dei pariolini per eccellenza, è una tappa fissa da anni per quanto mi riguarda, per l’aperitivo prima della serata al cinema Roxy e, da quando mi occupo delle attività del comitato Don Minzoni, lì incontro i residenti per una chiacchierata e possibili collaborazioni per i nostri progetti.

euclide vigna stelluti
VIGNA STELLUTI

Sono tanti i bar che mappano il nostro vivere e ognuno ha la sua tipologia di frequentatori nella Roma Nord dei volti noti che incroci al bancone mentre prendi un cappuccino e scambi due parole come se fosse un amico di sempre, facendo sentire la nostra grande città una luogo familiare, tanto quello del volto del barman che, magari, dopo anni ritrovi in un altro bar.

Mi fermo qui, anche se più ci penso e più mi vengono in mente bar disseminati qua e là che ho frequentato o che frequento casualmente. Attendo, invece, i racconti dei vostri bar a essereromanord@gmail.com.