4 Gennaio 2020 - 12:36 . FuoriQuartiere . Cronaca

Galleria Giovanni XXIII, questa volta è vero: arrivano i tutor

Sì, stavolta è tutto vero. A differenza della leggenda metropolitana circolata mesi fa, nella galleria Giovanni XXIII saranno posti degli autovelox. Per la precisione, dei tutor. I tempi? Qualche mese.

I velox saranno installati nella seconda fase dei lavori-monstre che riguarderanno la galleria Giovanni XXIII a partire dal 20 gennaio. A confermarlo sono fonti del Comando della polizia di Roma Capitale. Questi saranno gli step. Prima il Simu, ossia il Dipartimento sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana, rifarà l’asfalto, la segnaletica stradale orizzontale e verticale, e interverrà sui pannelli fotoriflettenti in galleria, intervenendo prima sulla “canna nord” (con una durata di circa 75 giorni, e poi sulla “canna sud”, in direzione dello stadio Olimpico-via Salaria (per un totale di 150 giorni).

Poi, appunto, toccherà ai velox. Stando sempre a quanto dicono al Comando (che però attende ancora di conoscere delle date), si tratterà di tutor. Questo significa che gli strumenti non rileveranno la velocità istantanea, ma quella media. Come in autostrada. Restano ignote – per ora – sia le tempistiche, sia i punti dove l’autovelox (o gli autovelox) sarà messo: in direzione del Gemelli, in direzione della Salaria, oppure in entrambe.

Come fa sapere ancora il Comando, l’introduzione dei tutor sarà sotto la responsabilità del Simu (Dipartimento Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana) e non della polizia locale. Tuttavia, l’installazione non è legata a questa fase dei lavori alla Galleria Giovanni XXIII, ma dovrebbe essere effettuata in un secondo momento.

LEGGI l’articolo sui lavori alla galleria Giovanni XXIII