16 settembre 2019 - 8:40 . Giulio Cesare . Curiosità

Libreria De Miranda, parlano le sorelle Pia e Paola: “Grazie a tutti per l’affetto”

Non si aspettavano tanta commozione da parte dei loro lettori, neanche dopo 44 anni di attività, neanche dopo migliaia di ragazzi che hanno visto crescere davanti ai loro occhi, dove sorge il tribunale civile. “Entravano studenti e dopo qualche anno ce li ritrovavamo avvocati o magistrati”. Le sorelle Pia e Paola De Miranda hanno abbassato le serrande durante le vacanze agostane “Un modo per andarcene in silenzio, senza destare troppo clamore”, e invece… Complice il tam tam sui social, la notizia del loro pensionamento ha rattristato un’intera comunità.

Il saluto dei lettori alla Libreria De Miranda

“Abbracciamo tutti, l’affetto che ci stanno dimostrando è ricambiato. Ricordiamo tanti volti, tante mamme ci affidavano i loro figli spaesati che per la prima volta uscivano di casa, preoccupate che venissero a studiare nella grande città. Dopo qualche anno ripassavano in libreria e chiedevano se ci ricordavamo. Certo, non dimentichiamo nessuno”.

Tanti lettori di RomaH24 hanno chiesto perché non passare l’attività a uno di famiglia: “Purtroppo è una vita di sacrifici, di nottate e non tanto remunerativa. Si legge sempre meno e sempre meno si acquista nei negozi di quartiere, piuttosto si preferiscono gli store on-line. Mia figlia ha una bambina piccola a cui badare, la libreria le avrebbe tolto troppo tempo”.

Dopo quasi mezzo secolo di De Miranda, al civico di viale Giulio Cesare 51 sorgerà una cartolibreria giuridica.