Prati | Sudhir Kumar

Il giostraio tuttofare di via Sabotino

“Questo parco l’ho visto cadere, mi sono sentito male, ho avuto paura. Chi avrebbe dato un altro lavoro a un 54enne?”. Sudhir Kumar, indiano, adottato da Roma nel 1993, è il tuttofare dell’area verde di via Sabotino.

Quando è arrivato in Italia, Sudhir ha fatto il giostraio al parco Nemorense (“Devo tutto al proprietario dell’area ludica, Alberto Ognibene, per me è stato come un padre”), poi ha installato i giochi in via Sabotino. Poco più di un anno fa, per un corto circuito tra Regione e Comune, il parco è stato smantellato e Sudhir si è quasi ritrovato senza lavoro. Fino all’arrivo degli “Amici”.

“Per fortuna – ricorda il giostraio – è arrivata l’associazione Amici di via Plava che è riuscita a ottenere la custodia dell’area verde e l’ha fatta rinascere. Oggi è più bella che mai e continua ogni giorno a migliorare”.

Anche grazie a lui che del parco è il giardiniere, il meccanico, il manutentore e il muratore. Un factotum che, dopo la grande paura, adesso può sorridere.