14 Novembre 2021 - 7:22 . Montesacro . Ambiente

Valle dell’Aniene, Retake riporta il decoro con i ragazzi dell’Associazione ‘Guscio di Noce’

Un progetto d’inclusione sociale per riportare il decoro nel territorio del III Municipio. Continua senza sosta il programma di RetakeRoma in alcune delle aree più in difficoltà. I volontari hanno ripulito il giardino lungo l’Aniene, rimuovendo i rifiuti e piantando fiori nelle aiuole. Un’azione portata avanti in sintonia con l’Associazione ‘Guscio di Noce’, ente che si occupa di ragazzi con disabilità psico-sensoriali e autismo.

Emanuela Fiorenza, portavoce di RetakeRoma, racconta a Roma H24 tutti i dettagli: “Il progetto è partito nel 2017 ed è emblema delle attività che la nostra associazione porta avanti sul territorio. Un’opportunità nata quasi per caso: stavamo ripulendo un tratto di pista ciclabile e la presidente di ‘Guscio di Noce’ ci ha fermato, chiedendo di poter collaborare con i suoi ragazzi”.

RetakeRoma
RetakeRoma e il progetto con l’Associazione ‘Guscio di Noce’

“La sintonia è scoccata immediatamente ed il progetto ha preso piede”, racconta Fiorenza. Che aggiunge: “Una volta a settimana organizziamo con i ragazzi di ‘Guscio di Noce’ un intervento di pulizia. L’area interessata va dal Ponte Nomentano al ponte delle Valli sino alla stazione Nomentana”.

I ragazzi raggiungono a piedi o con mezzi pubblici un luogo prescelto per l’evento Retake, accompagnati da un educatore ciascuno, figura importante che fa da collegamento e supporto nelle dinamiche di interazione sociale. In base alle loro inclinazioni e capacità, lavorano con i retaker, divenendo anche loro volontari e quindi cittadini attivi.

In questi anni ogni ragazzo ha acquisito delle competenze nei lavori che ha svolto: rasatura dell’erba con il tosaerba, raccolta di rifiuti con pinze e l’utilizzo del soffiatore per il fogliame, piantumazioni dei fiori stagionali e realizzazione di aiuole. L’importanza della ripetitività e regolarità degli interventi è quella di abituare il ragazzo a tutte le dinamiche sociali e di apprendimento delle attività. Di seguito un breve video con l’ultimo intervento realizzato.