Parioli | La storia

Quando a Villa Glori i fascisti celebrarono la Marcia su Roma

di Claudio Lollobrigida

Esiste un forte legame tra Villa Glori e la presenza del fascismo nei Parioli. Tanto che il 30 ottobre 1927 l’ippodromo del parco – che era stato inaugurato cinque anni prima – viene scelto come palcoscenico per la celebrazione del quinto annuale della Marcia su Roma.

Lì, dove oggi sorge l’Auditorium Parco della Musica, Mussolini, in sella al suo cavallo, passa in rivista i miliziani schierati sulla pista. Una scena che si ripeterà anche l’anno successivo: l’istituto Luce mostra gli ufficiali in bicicletta e i soldati a piedi, mentre le autorità si dirigono verso Villa Glori, guidate dal segretario del partito fascista Augusto Turati.

Un legame, quello tra il fascismo e Villa Glori, che si mantiene saldo almeno per i dieci anni successivi: un altro filmato, del 30 novembre 1938, documenta l’inaugurazione della pista dell’ippodromo appena rinnovata, alla presenza del terzogenito del duce, Bruno Mussolini.

LEGGI come acquistare i libri sui Parioli