7 giugno 2019 - 8:40 . Prati . Cronaca

Si sblocca la situazione del parco di Castel Sant’Angelo. Ecco i prossimi sviluppi

Inizia a sbloccarsi la situazione relativa al parco di Castel Sant’Angelo, da tempo abbandonato al degrado. A spiegarlo è Mario Tosi, referente del comitato attivo per la tutela dell’area verde. “Sono stati sbloccati i fondi per la manutenzione del verde orizzontale. Una ditta esterna ha tagliato l’erba e finalmente il parco ha un aspetto migliore”.

La riqualificazione prosegue con lo “Scivolo Day“, una festa organizzata per raccogliere fondi e sistemare, appunto, lo scivolo dell’area giochi. “Si è rotto – prosegue Tosi – Il Comune lo ha rimosso ma non ha i fondi per sostituirlo”. Le novità positive non sono finite: “Abbiamo parlato con il responsabile del Servizio giardini, Angelo Panetta. Ci ha spiegato che i fondi per la manutenzione dei parchi di Roma saranno divisi in quattro lotti. Gli interventi strutturali sul primo lotto sono previsti per il 2019, sul secondo nel 2020. Il parco di Castel Sant’Angelo è inserito nel secondo lotto“.

Il caos tra il Comune e i volontari sull’apertura e la chiusura delle ville storiche ha interessato anche questa area verde: “Tre giorni fa è rimasta chiusa – chiosa Tosi- . “L’associazione dei carabinieri in pensione ha cessato il servizio per un contenzioso economico con il Campidoglio. Ora se ne occupa il Servizio giardini, speriamo che la situazione si risolva”. Intanto dei concreti passi avanti ci sono stati. Presto il parco di Castel Sant’Angelo potrà avere una nuova vita.

GUARDA il progetto presentato al Municipio