12 gennaio 2019 - 12:50 . Trionfale . Ambiente

Antenne di via Andrea Doria, ecco quando scadeva la data per la rimozione

Raccolte di firme, ricorsi, una montagna di carte bollate e perfino una sentenza del tribunale. I cittadini di Prati le hanno provate davvero tutte per far smontare le antenne telefoniche di via Andrea Doria, finora senza troppi successi.

Il Tar ha dato ragione al ricorso dei cittadini, imponendo lo smantellamento delle famigerate antenne entro dicembre. Il 30 novembre le compagnie di telefonia ne hanno comunicato ufficialmente lo spegnimento, ma i lavori di eliminazione non sono ancora partiti.

“Se non provvedono le aziende, dovrebbe intervenire il Municipio – ribadisce Stefano Moretti, portavoce del comitato dei cittadini – Ma per ora dalle istituzioni tutto tace. Non solo non hanno fatto nulla, ma non hanno nemmeno comunicato il perché”.

Tanto che un consigliere municipale d’opposizione, Adriano Labbucci, ha presentato un’interrogazione sul tema, alla quale confida di ottenere una risposta ufficiale. Voci di corridoio parlano di lungaggini dovute alla necessità di bandire una gara d’appalto per i lavori, che ancora non sarebbe stata ultimata.

“Ma non sono stati apposti neanche i sigilli alla struttura, per i quali non serve nessuna gara – prosegue Moretti – La mia impressione è che la politica stia prendendo tempo, in attesa di nuovi sviluppi dalla magistratura“.

Il verdetto del Tar, infatti, non è definitivo: le compagnie telefoniche hanno presentato ricorso al Consiglio di Stato, che a sua volta dovrà pronunciarsi nei prossimi mesi. La battaglia dei residenti, anche dal punto di vista legale, insomma, è tutt’altro che conclusa.