Prati | Articoli

L’hobby di una cittadina: rendere più bello il quartiere

di Sergio Campofiorito

In pochi la conoscono ma, camminando per il quartiere, in molti avranno sicuramente notato una delle sue opere. Patrizia Venditti, 65 anni, produttrice di documentari, è la misteriosa cittadina che ingentilisce silenziosamente le nostre vie.

L’INGRESSO DELL’ABITAZIONE DI PATRIZIA VENDITTI

Patrizia, quando può, tramuta la corruzione in meraviglia, il degrado in armonia, tra lo stupore e i ringraziamenti dei passanti. I ceppi cariati o altri resti di alberi caduti, sono il suo terreno “di caccia” preferito. “Ho iniziato nel marzo 2018 – ricorda Patrizia – davanti alla finestra della mia casa ci sono due fioriere, appartenenti a un altro condominio, che apparivano abbandonate, quando mi affacciavo mi rattristavo, ho così deciso di intervenire e oggi, quando guardo oltre ai vetri, sono molto più di buon umore”.

IL CEPPO DI VIA BROFFERIO

Ma Patrizia non rende soltanto “più verde l’erba del vicino”, pian piano ha aumentato il proprio raggio d’azione:  la grazia con cui si prende cura del verde si può notare in via Simone de Saint Bon e via Borsieri, ma è forse in via Brofferio dove si trova la sua opera più conosciuta: un vecchio, grosso ceppo che lei ha tramutato in incanto: “Era un ceppo colmo di bottiglie e di sporcizia, quando l’ho notato l’ho immaginato in un certo modo e ho seguito l’ispirazione. I passanti ringraziavano e mi facevano i complimenti, anche se qualcuno aveva l’espressione di chi mi giudicava una matta nullafacente”.

VIA SIMONE DE SAINT BON

La sua appassionata opera di “bonifica”, tutta a proprie spese, non si ferma: “Ho adocchiato un punto in via Grazioli Lante, accanto alla caserma, sarà il mio prossimo blitz”. Infine, lancia un appello ai vicini di Prati: “Se ognuno si occupasse della propria porzione, il quartiere sarebbe molto più bello e vivibile, basta poco. Magari le amministrazioni potrebbero premiare i cittadini più laboriosi abbassando le tasse”.

Intanto, Patrizia Venditti mostra la via che, grazie a lei, è molto più bella di prima.