Prati | Articoli

A Prati la prima vaccinata in una farmacia nel Lazio

di Sergio Campofiorito

Si chiama Adriana ed è la prima vaccinata nel Lazio in una farmacia. L’operazione si è svolta nella mattinata del 1° giugno alla farmacia Marchetti in via Simone de Saint Bon 91. Per l’occasione erano presenti il governatore Nicola Zingaretti, il suo assessore alla Sanità, Alessio D’Amato e i rappresentanti regionali dei farmacisti.

Zingaretti ha annunciato una novità al riguardo i siti di vaccinazione, da settembre, infatti, chiuderanno gli hub. “Sono circa ottocento – ha spiegato Zingaretti – le farmacie che hanno aderito a questa campagna, per ora hanno a disposizione 23mila vaccini Johnson & Johnson ma ci auguriamo che un aumento delle forniture possa fare crescere il flusso di distribuzione nelle farmacie. Il criterio non cambia, c’è sempre quello dell’età e il Lazio è sugli over 40. Le prenotazioni sono andate sold out in 24 ore e per i farmacisti che ne avevano bisogno c’è stato un rapido corso di formazione”.

Nicola Zingaretti

Per quanto riguarda i sieri che verranno somministrati in questi punti vaccinali, Zingaretti ha sottolineato che “si rimane su Johnson & Johnson perché la moltiplicazione dei pani e dei pesci è una cosa alla quella non arriviamo. Tutto ha una logica e si distribuisce appena arriva, confido che nei prossimi giorni arriveranno altri vaccini e man mano che arriveranno li aumenteremo a chi li stiamo distribuendo”.

Il frigo dove sono conservate le dosi di vaccino

Le farmacie saranno tra le colonne della nuova logistica del Lazio sulla somministrazione dei vaccini: “Da settembre procederemo con la chiusura degli hub vaccinali, che è servita a impostare la campagna, e progressivamente tutto verrà dato in mano alla rete dei medici di medicina generale e alle farmacie. Stiamo vincendo e questo è il segnale di speranza che da sempre sognavamo di dire dall’inizio di questa pandemia – ha concluso Zingaretti -. Stiamo vincendo e ci stiamo riprendendo la vita perché ha avuto ragione chi ha combattuto per le regole, per contenere il virus, chi diceva sì ai vaccini, contro le follie di chi negava la forza di questo strumento”.

LEGGI ciò che c’è da sapere su vaccini e terapie in 100 domande e 100 risposte


Sostieni RomaH24 Sostieni RomaH24
grazie