2 novembre 2019 - 13:00 . Della Vittoria . Cronaca

Via Monte Zebio, quando i terroristi gambizzavano i politici

“Oggi Fiori, domani Moro”. Il delitto Moro, in Prati, era stato annunciato mesi prima del sequestro, a suon di pistolettate. In via Monte Zebio, davanti all’abitazione dell’onorevole democristiano Publio Fiori, le Brigate Rosse preparano le polveri.

Fiori fa parte di quelli che sono considerati obiettivi strategici, uomini da colpire per mandare un messaggio esplicito. Era il 2 novembre 1977 quando i brigatisti lo aspettano fuori, seduti sulla panchina di un giardinetto, prima di esplodere i colpi.

Oggi, sono passati 42 anni.

LEGGI lo speciale (a cura di Sergio Campofiorito)