22 Maggio 2020 - 14:07 . Prati . Cronaca

Truffa dell’orologio rotto, denunciato 22enne che colpiva le donne di Prati

“Mi ha rotto l’orologio”. Iniziava così la truffa di un 22enne che operava nel quartiere e che aveva come vittime le donne. A mettere fine all’attività del giovane sono stati gli agenti della polizia giudiziaria del commissariato Prati, diretto da Filiberto Mastrapasqua.

Le truffe partivano tutte allo stesso modo, con un colpo secco alla portiera, lato passeggero, di un’auto in transito, al quale seguiva la richiesta di risarcimento. Le malcapitate hanno descritto agli investigatori
l’identico modus operandi utilizzato dal truffatore che, in abiti sobri ed eleganti e con modi cordiali, riusciva a far leva sulle vittime per indurle a corrispondergli somme di denaro che si aggiravano sui 180 euro. L’inganno, secondo l’impianto accusatorio, risultava così efficace che, in alcuni casi, il giovane accompagnava le vittime agli sportelli Atm per il prelievo del denaro.
Grazie anche alle descrizioni fisiche fornite dalle denuncianti, gli investigatori hanno rivolto la loro attenzione su alcuni malviventi facenti parte di famiglie nomadi di origine campana, note per reati contro il patrimonio. L’ipotesi investigativa ha ricevuto conferma anche dalle numerose fotografie scattate sia dalle parti offese, sia dai testimoni.
Il truffatore, che ha tentato di discolparsi dai reati contestategli, è stato denunciato all’autorità giudiziaria.