18 settembre 2019 - 20:30 . Borgo . Cronaca

Borgo, via alle bancarelle. Ecco la mossa della giunta capitolina

Cala la scure sulle bancarelle del quartiere. La giunta capitolina ha appena approvato un protocollo d’intesa finalizzato a riassettare le aree di particolare interesse storico, archeologico, artistico e paesaggistico della città, a farne le spese saranno i venditori ambulanti con i loro ingombranti carrozzoni. La misura dovrebbe essere attivata entro la fine dell’anno.

Sette i settori da “ripulire” già individuati dagli assessori, uno in particolare comprende San Pietro, Borgo, Conciliazione, Sant’Angelo e Risorgimento.  

Dopo il passaggio in Campidoglio, la palla passa a Regione e Ministero per le attività culturali che dovrebbero approvare le delibere necessarie per portare avanti il progetto.

“Procediamo a passo spedito verso l’attuazione del piano di riordino della città – ha commentato la prima cittadina Virginia Raggi – Siamo certi che riusciremo a ricollocare le attività commerciali non compatibili con il decoro della città, in collaborazione con tutte le categorie coinvolte”.

L’11 settembre è in programma la prima riunione tra amministrazione centrale e Municipi. Una “cabina di regia” (come l’hanno definita in Senatorio) finalizzata a concertare insieme su come delocalizzare le bancarelle. La conclusione dei lavori è fissata entro la fine del 2019.