18 Settembre 2020 - 8:40 . flaminio . Viabilità

Arnaldo da Brescia, sul cantiere infinito interviene Assotutela: “Pronto un esposto”

Il perimetro del cantiere è stato violato
Il perimetro del cantiere è stato violato

“Siamo basiti per l’ennesimo cantiere annunciato, ma mai completato a Roma. Servono risposte concrete e rapide, altrimenti saremo costretti a presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Roma”. In una nota alle agenzie, il presidente dell’associazione Assotutela, Michel Emi Maritato, denuncia l’incredibile incompiuta che si allunga sul lungotevere Arnaldo da Brescia, dove, tra ponte Regina Margherita e Ponte Matteotti dovrebbe già esserci un parcheggio.

Rifiuti all’interno del cantiere

L’opera è attesa da oltre dieci anni, le scritte sul perimetro del cantiere “Ci dispiace per il disagio. Stiamo lavorando per migliorare la nostra città” appaiono ormai come una beffa. L’ultimo battito di vita si era avuto nel dicembre 2019, quando la giunta capitolina aveva dato il via libera a una variante del progetto. Il documento impegnava gli uffici di competenza a procedere alla modifica della convenzione con le due società concessionarie dell’opera. Poi il nulla, calma piatta.

“Stiamo lavorando per migliorare la nostra città”

Come si può notare dalle immagini, il perimetro del cantiere è stato violato e all’interno ci sono resti di giacigli di fortuna e rifiuti.

L’interno del cantiere

Nel dettaglio, il parcheggio sarà costituito da 156 posti auto, ripartiti in 47 box (di cui uno doppio), 46 stalli pertinenziali (a disposizione dei residenti che li acquisteranno) e 62 posti a rotazione per i privati.