22 Settembre 2021 - 7:13 . Montesacro . Degrado

Allarme al parco Belluto: l’acqua della fontana è putrida e piena di rifiuti

di Marco Barbaliscia

Le aree verdi che circondano piazza Sempione non si presentano nel migliore dei modi ai residenti. Dopo aver testimoniato la situazione del parco Bolìvar, spostandosi di qualche metro il panorama non è assai differente. Il riferimento è al parco Belluto, un angolo di verde tra Corso Sempione e via Maiella. Chi si trova a passeggiare all’interno dell’area può constatare stati di abbandono misti a zone decisamente più pulite.

I viali, ripuliti costantemente da foglie ed aghi di pino, non sono del tutto esenti da bottiglie abbandonate e sacchetti di immondizia. A preoccupare maggiormente, però, è lo stato della fontana. Come segnalato su Facebook da ‘Comitato Città Giardino’, ben “166 bottiglie sono state recentemente raccolte all’interno del monumento da parte di alcuni volontari”. L’intervento non è bastato per riportare il decoro. L’acqua è putrida ed ancora occupata da rifiuti.

Fontana parco Belluto
Acqua putrida e stagna nella fontana di parco Belluto

I residenti chiedono il ripristino totale dell’area. Francesco Pieroni, Assessore ai Lavori Pubblici del III Municipio, ha spiegato a Roma H24 che “la manutenzione del parco spetta al Dipartimento Ambiente. La fontana, invece, essendo monumentale, deve passare per la cura della Soprintendenza”. L’Assessorato al Verde del Comune, in una nota, fa sapere che “la cura di parco Belluto è periodicamente svolta dal Servizio Giardini con interventi di sfalcio e pulizia”.

Il Municipio è conscio della situazione e si è messo a lavoro per provare a migliorare le cose. “Nelle prossime settimane installeremo dei giochi per bambini sul lato del parco vicino a Corso Sempione”, informa Pieroni. E chiude: “Questo intervento favorirà l’accesso di un’utenza fatta di famiglie che porterà con il tempo ad allontanare del tutto i vandali da questi luoghi”.

Albero Cucchi a Parco Belluto
Albero Cucchi a Parco Belluto

Nel parco Belluto, circa un anno fa, infine, è stato piantato anche un albero alla memoria di Stefano Cucchi. Alla cerimonia hanno presieduto il presidente del III Municipio, Giovanni Caudo, e Ilaria Cucchi, sorella del giovane deceduto mentre era sotto custodia cautelare.

“L’albero è stato da poco sostituito su iniziativa del Servizio Operativo Municipale di zona. L’innaffiamento è da sempre a cura delle associazioni del territorio”, chiosa l’Assessorato al Verde del Comune. Nella giornata di oggi, mercoledì 22 ottobre, è previsto un ulteriore sopralluogo da parte del Servizio Giardini.

LEGGI: Il parco Simon Bolìvar tra rifiuti e degrado: la buona volontà dei cittadini non basta