Prati | Articoli

Per i giovanissimi calcio, basket e tennis e perfino il footvolley

di Daniele Petroselli

Difficile fare sport nel cuore di Roma? Lo spazio, è vero, è ridotto all’osso, e proprio Prati ne è un esempio. Ma anche un quartiere così affollato riserva delle sorprese. Se siete giovani o adulti e volete praticare sport o semplicemente prendervi cura della vostra forma fisica, ebbene qui troverete pane per i vostri denti. Tante le palestre dove mettersi in forma, dalla Andros Sporting Club dietro piazza dei Quiriti alla Fitness 2000 di viale delle Milizie, fino alla Urban Fitness vicino a piazza Mazzini. Ma non solo: Palestra Center Prati, Silver Gym e Dabliu Prati Fitness Club, insomma basta volgere lo sguardo e trovare il posto dove fare un po’ di attività fisica. Che non vuol dire solo pesistica ma anche danza (moderna e classica). Per non parlare poi di una delle attività preferite dalle donne come il pilates: se cercate concentrazione, controllo, fluidità di movimenti, questo fa per voi. E a Prati davvero in ogni angolo avete l’occasione per farlo: vicino a piazza Mazzini ci sono Pilates Area e Fisicamente Pilates, ma in realtà anche nelle zone vicine le attività di questo tipo si sono sviluppate a macchia d’olio.

Se poi dovessero piacervi gli sport di contatto, allora la Borgo Prati è il luogo ideale. Lotta greco-romana, judo, kung fu, aikido, ma anche pesistica maschile e femminile: una palestra dove si respira la storia, visto che sin dal 1899, quando partì dalla scuola Umberto I di via Belli, qui si suda e si fa sport. E a dirlo sono i numeri: in 119 anni 50 mila soci, 2 mila titoli sportivi conquistati, 11 specialità praticate nell’associazione di via Campanella 7, che davvero ha fatto la storia dello sport, non solo romano ma italiano.

E poi c’è la chicca del footvolley, una disciplina nata a Copacabana, a Rio de Janeiro, in Brasile, all’inizio degli anni Sessanta e che vede uniti insieme i princìpi del calcio e del beach volley. E a Prati tutto questo vuol dire Lazio Footvolley, che dal 2008 è entrata nella famosa polisportiva biancoceleste.

E poi? Se non si vuole rinunciare all’attività sportiva, anche per i propri figli, è possibile guardarsi intorno e affacciarsi al di fuori del quartiere, che a livello di impiantistica, per via della posizione centrale e ad alta densità di abitazioni, non concede molto in termini di strutture in cui praticare calcio, basket, pallavolo o tennis. Guardando a nord, impossibile non partire dall’Asd Don Orione, nata nel 1952 e che praticamente ha fatto crescere generazioni di ragazzi giocando a pallone. Oggi i corsi in via della Camilluccia si rivolgono a tre fasce d’età: Piccoli Amici (5-7 anni), Pulcini (8-10 anni) ed Esordienti (11-12 anni). Tra viale Tor di Quinto e via del Baiardo poi le opportunità di dare un calcio al pallone sono varie: dal Futbol Club al Mirage Sporting Club, dove è possibile non solo giocare a calcio ma anche a tennis, pallavolo e tennis. Per non parlare poi del Tor di Quinto, vera istituzione nel mondo del calcio romano, e dell’Andrea Doria, nato nel 1947 e che oggi ospita corsi di tennis, oltre che la scuola calcio Nuova Milvia.

Vicino al Foro Italico invece c’è il “tempio” della storica Ginnastica Romana, che offre corsi di artistica (maschile e femminile dai 3 ai 18 anni, oltre alla parte agonistica), ma anche acrobatica, danza e danza aerea.

Tanta ginnastica anche se si volge lo sguardo a est, verso il Flaminio, ma qui c’è anche pallavolo con la Lazio sempre in prima linea (con campi sia a piazza Mancini che nella palestra della Dante Alighieri di via Cassiodoro), ma soprattutto a farla da padrona sono i circoli canottieri: dall’Aniene al Ponte Milvio, dal Tirrenia Todaro passando per Roma e Lazio, distanti solo poche centinaia di metri. E proprio al di là del ponte Regina Margherita ecco il Navalia, che ha attività ad hoc per i ragazzi dai 12 ai 18 anni, oltre a quella agonistica. E poi ovviamente il celebre circolo Tevere Remo, che oltre a fornire corsi di canottaggio, ha ampliato negli anni la sua offerta sportiva, che va dal basket al calcio, fino a nuoto, pallanuoto e padel.

Ad ovest invece in zona Aurelia tante le attività che ospitano ragazzi e ragazze di Prati. Per quanto riguarda il calcio, c’è la Nuova Valle Aurelia, con la scuola calcio che prende il nome di un mito della Roma come Giacomo Losi, storico capitano tra gli anni ’50 e ’60. E se non vi basta in via Battistini c’è la Real Aurelio Football Academy, mentre a due passi dal Vaticano è la palla a spicchi a dominare con l’Asd Romana, che oltre al minibasket e alle giovanili, ha anche squadre nella Serie C Gold. E ancora, la Asd Polisportiva Petriana, che conta una storia di 94 anni e che oggi coinvolge circa 300 ragazzi e ragazze tra giovanili, B femminile e C1 maschile.

Per la pallavolo invece bisogna spingersi fino a via di Boccea, con l’Aurelio S.G., che dal 1988 è un punto di riferimento per la zona e ospita anche corsi di basket, ginnastica artistica e arti marziali. E proprio su queste punta il Tatami Valleaurelia, che opera nel quartiere sin dalla fine degli anni ’70, diffondendo la pratica del judo e del kung fu, ma che ormai ha ampliato il suo raggio d’azione con corsi di ginnastica artistica per bambine e ragazze, ginnastica acrobatica e cheerleading acrobatico. Per chi invece ama mettersi i guantoni, allora la Sparta Pugilato di via Santa Bernadette fa al caso giusto, con corsi pre-boxe per i più piccoli fino ad arrivare alle attività per i più grandi.

Infine un occhio a sud, con Trastevere che non è poi troppo distante e che per gli appassionati di football vuol dire Trastevere calcio, non solo maschile ma anche femminile, sempre più in voga negli ultimi anni. Un club storico, che tra i suoi più fervidi sostenitori ha avuto anche un mito cinematografico come Bernardo Bertolucci, il grande regista scomparso recentemente.