Trieste-Salario | Articoli

Villa Massimo, così il parco rinato a maggio è già in declino

di Antonio Tiso

Sei anni di attesa per veder andare tutto in rovina in soli sei mesi. È la sorte di Villa Massimo, il piccolo parco del quartiere, riaperto al pubblico dopo una dolorosa chiusura iniziata il 13 gennaio 2013. Lo scorso 15 maggio, per l’inaugurazione della sua seconda vita, c’erano i palloncini e i fiori, i bambini delle scuole Fratelli Bandiera e Falcone Borsellino e le parole della sindaca Virginia Raggi: “Ci abbiamo messo un po’, ma ora è tutto vostro. Giocate e godetevelo”.

Eppure, a poco più di 180 giorni dalla festa, il quadro che accoglie i visitatori è pessimo: aree verdi incolte, alberi secchi, recinzioni divelte. La realtà mostra un lento e quotidiano declino.

villa massimo

Le aiuole che il giorno dell’inaugurazione erano fiorite ora sono solo un ricordo. Un’autobotte avrebbe dovuto bagnare due volte a settimana i venti alberi piantumati: pini, cipressi, corbezzoli e sughere. Non è successo e, aspetto ancor più grave, “l’impianto di irrigazione realizzato ad hoc non è mai entrato in funzione”, come spiega l’assessore all’ambiente del II Municipio Rosario Fabiano.

“Acea non ha attivato la centralina elettrica che lo regola – prosegue – né ha aperto la condotta che parte da Villa Paganini. Sono due passaggi obbligati per farlo funzionare. Il Dipartimento Tutela Ambiente non ha vigilato, né fatto arrivare le autobotti che aveva garantito per bagnare le piante”.

Nessuna traccia, poi, dei giochi che dovevano essere allestiti. Un’area del parco doveva essere dedicata esclusivamente ai bimbi, tra scivoli e altalene. Oggi la piazzola centrale appare invece spoglia e priva di panchine e attrezzi ludici.

Per ultimo, le staccionate divelte al confine con un’attività commerciale. Le recinzioni sono crollate e ora la domanda dei residenti è: “Quanto tempo servirà per ripararle?”. Nel frattempo, a versare sale sulle ferite, sono arrivati i nastri della polizia di Roma Capitale.

È questa la seconda vita del piccolo parco del quartiere, riaperto al pubblico dopo sei anni di chiusura e già immerso in una luce grigia.

SFOGLIA la fotogallery

LEGGI lo speciale (a cura di Camilla Palladino)

LEGGI la notizia dello slittamento dei tempi

LEGGI la notizia del Servizio giardini al lavoro

LEGGI la notizia sulla rimozione dei manufatti abusivi