Trieste-Salario | La Storia

Il 2 giugno del 1981 Rino Gaetano moriva sulla Nomentana

di Claudio Lollobrigida

Il 2 giugno del 1981 ci lasciava Rino Gaetano. Il cantautore di “Ma il cielo è sempre più blu” e “Gianna” si schianta con la sua auto in via Nomentana 355. Proprio di fronte al Centro Sportivo del San Leone Magno, la sua Volvo 343 – da poco acquistata dopo aver distrutto la vecchia macchina in un altro incidente stradale – invade la corsia opposta e colpisce in pieno un camion.

Da giorni Rino dormiva poco per registrare le sue canzoni, sottraendo ore preziose al suo riposo. E proprio per una perdita di conoscenza potrebbe aver perso il controllo della sua auto. Dopo lo schianto, ben cinque ospedali di Roma ne rifiutano il ricovero per mancanza di posti letto. Così Rino muore, vittima della strada e della malsanità.

Nel giugno del 2001 Carlo Vulpio, giornalista del Corriere della Sera, ha raccontato una macabra coincidenza. La morte di Gaetano avviene con le stesse modalità descritte ne “La ballata di Renzo”, in cui un amico perde la vita poiché non accolto negli ospedali in cui si reca.

GUARDA come acquistare i libri sul Trieste-Salario

Sostieni RomaH24
Caro lettore,
da oltre due anni vi accompagniamo ogni giorno, ascoltiamo i vostri suggerimenti e i vostri commenti.
Il nostro impegno continua a crescere per darvi aggiornamenti continui sul vostro quartiere, per aiutare a migliorarlo, per conoscere fatti, storie, protagonisti delle nostre vite.
In questi giorni complicati, abbiamo moltiplicato i nostri sforzi per vivere l'emergenza.
Grazie ai nostri collaboratori che cercano ogni giorno spunti e notizie utili anche in questa fase complessa per la nostra comunità.
Grazie a chi sostiene già il nostro progetto.
Grazie a te per il sostegno che vorrai darci.
È importante.
Sostieni RomaH24 attraverso PayPal o con carta di credito: