25 Aprile 2022 - 7:26 . Trieste-Salario . Sport

Una corsa podistica per famiglie ed atleti nelle ville del quartiere, Camellini: “Sarà un evento annuale”

di Marco Barbaliscia 

Un progetto sociale per la promozione della cultura e della buona pratica sportiva nel territorio del II Municipio. Nella giornata di giovedì 21 aprile il Consiglio di via Dire Daua ha votato ed approvato l’istituzione di una corsa podistica annuale che attraversi luoghi e ville storiche del nostro quartiere.

L’idea è stata portata sui banchi del parlamentino di via Dire Daua da Arianna Camellini, presidente della Commissione Turismo al II Municipio: “L’obiettivo è quello di creare un appuntamento fisso che porti le persone a scoprire (o a vedere da nuove prospettive) i luoghi più rilevanti presenti sul territorio”, dice a Roma H24.

Una gara podistica per incentivare lo sport e il turismo nel quartiere

Ma in cosa consiste il progetto? “Il Consiglio ha approvato l’idea di istituire una corsa podistica annuale che attraversi le ville storiche presenti nel II Municipio”, dice Camellini. “L’evento sportivo dovrebbe svolgersi a settembre o a ottobre a partire già da quest’anno. La gara sarà aperta a tutti, ad atleti e atlete di ogni regione d’Italia, ma anche alle famiglie, ai bambini e alle associazioni podistiche del territorio”.

Il lavoro, che ha avuto il pieno appoggio da parte di Rino Fabiano (assessore allo Sport nel II Municipio, ndr) ha un duplice obiettivo: unire lo sport allo sviluppo turistico del territorio e sensibilizzare le persone al rispetto del verde e dell’ambiente. Il tracciato conterrà infatti alcuni riferimenti culturali dei luoghi attorno ai quali si svilupperà il percorso: “Collegandosi online, sarà possibile scaricare la mappa del tragitto che contiene segnalazioni su tutti i luoghi culturali, artistici e architettonici che si incontrano durante la corsa con informazioni quali orari di apertura e chiusura”, spiega Camellini.

Il percorso podistico tra le ville del territorio

Il percorso podistico è ancora in fase di definizione: “La corsa sarà di circa 10-15 km, ma all’interno del tracciato saranno sviluppati differenti distanze ed opportunità per far partecipare tutti in sicurezza”, dice Camellini. “Abbiamo fatto delle proposte. I tracciati prevedono percorsi su strada e dentro i parchi, tra i quali Villa Ada, Villa Chigi, Villa Leopardi, Villa Torlonia e Villa Glori. Un appuntamento d’incontro sociale per permettere anche alle associazioni presenti sul territorio di farsi conoscere”.

Il programma prevede quindi una gara ufficiale con premiazione per atleti e atlete, ma anche per le numerose associazioni podistiche presenti sul territorio. All’interno del tracciato, poi, saranno individuati percorsi sicuri per far correre famiglie e bambini liberamente: “L’idea ha riscosso molto entusiasmo, speriamo di renderla una realtà il prima possibile. Lo sport per rilanciare il turismo nel quartiere è un’occasione per far rivivere il territorio e rilanciare i settori che più hanno sofferto il periodo della pandemia”, chiude Camellini.