25 settembre 2019 - 18:30 . Trieste-Salario . Agenda

Tutti gli appuntamenti di giovedì e venerdì nel Trieste-Salario

Tanti i presenti alla libreria Eli
Tanti i presenti alla libreria Eli

La settimana nel Trieste-Salario continua con mostre, concerti e non solo. Di seguito tutti gli appuntamenti nel quartiere per giovedì 26 e venerdì 27 settembre.

 

giovedì 26 settembre

Alle ore 18.15, in programma alla Casa dell’Aviatore il concerto conclusivo “Serenata per un pianeta vivente” della terza edizione del festival internazionale “La musica dei pre accademici – Una promessa per il futuro“. Protagonisti i giovani musicisti vincitori della seconda edizione del concorso musicale “Eleonora Kojucharov“.

Alle 19 alla libreria Eli sarà presentato il romanzo d’esordio di Daniela Capobianco, “Muschi alti“. Ingresso libero. Modera la giornalista Roberta Petronio, ospiti Andrea Bosca e Lina Sastri.

Alle 19 alla libreria Tra le Righe comincia il Circolo letterario Books & the city. Una volta al mese sono in programma incontri per scambiare opinioni e impressioni su storie, intrecci, personaggi dei romanzi proposti. Si partirà con “Resto qui” di Marco Balzano.

Alle 21 all’Auditorium Parco della Musica è in programma “Inoah“, ultima creazione del coreografo brasiliano Bruno Beltrao e della sua compagnia Grupo De Rua.

Fino al 27 settembre, in occasione della partecipazione alla Bienalsur, il Maxxi dedica un focus all’artista argentino Eduardo Stupía e in particolare all’opera “Ulises inmigrante. Una fantasía gráfica“. Il filmato di Stupía presenta una rivisitazione del viaggio di Ulisse attraverso testi, composizioni sonore ed immagini.

Fino al 30 settembre sarà possibile ammirare la nuova installazione di Massimiliano Mascaro al Musa, Museo degli Strumenti musicali dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Si tratta di una installazione interattiva, creata per la manifestazione Artescienza 2019, fondata su un sistema audiovisivo originale che consente una migliore integrazione tra fenomeni visivi e sonori e interagisce con il pubblico.

Al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia fino al 6 ottobre è in programma la mostra “Il Ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria“. Il nuovo progetto espositivo affronta il tema dell’intreccio fisiologico dei diversi momenti della vita da un punto di vista sociale, mettendo in luce le transizioni da una fase all’altra e le diversità di approccio a seconda del contesto storico nel quale si vive.

Fino al 13 ottobre alla Galleria d’Arte Moderna è in programma “Wechselspiel“, una doppia installazione site specific di Paolo Bielli e Susanne Kessler ispirata alla mostra in corso “Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione“.

Fino al 13 ottobre alla Casa del Cinema, la mostra “Il Gattopardo 1959–2019″. A sessant’anni dal Premio Strega ottenuto dal romanzo, le immagini del fotografo Nicola Scafidi raccontano la lavorazione del celebre film diretto da Luchino Visconti.

Da oggetto da ammirare, in veste di angelo o di tentatrice, a soggetto misterioso che s’interroga sulla propria identità fino alla nuova immagine nata dalla contestazione degli anni sessanta: la mostra Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione – alla Galleria d’Arte Moderna di Roma fino al 13 ottobre – è una riflessione sulla figura femminile attraverso la visione di artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.

Ai Mercati di Traiano fino al 18 ottobre in programma “Mortali Immortali. I tesori del Sichuan nell’antica Cina una grande mostra dedicata all’antica civiltà del Sichuan promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dall’Ufficio del Patrimonio Culturale della Provincia del Sichuan, curata da Wang Fang, archeologa e vice direttrice del Museo di Jinsha, e organizzata da ChinaMuseum International con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

Fino al 27 ottobre il Museo dell’Ara Pacis ospita la mostra “Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia” promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e da Ville de Lyon.

 

venerdì 27 settembre

Alle ore 16, visita guidata tattile-sensoriale con operatori specializzati alla Casina delle Civette. Accanto alla descrizione delle trasformazioni architettoniche dell’edificio, è possibile accompagnare il visitatore in un percorso sulle arti applicate esplorando gran parte delle vetrate.

Alle 16.30 alla sede della Erickson a viale Etiopia l’incontro “Il Book Sharing raccontato dagli ideatori“, che vedrà la presenza dei professori Murray e Cooper.

Alle 19.30 alla Biblioteca Villa Leopardi, la rassegna Note in Biblioteca in collaborazione con la IUC (Istituzione Universitaria Concerti continua con il quartetto Timelapse Jazz Quartet.

Fino al 29 settembre, per 4 giornate, al Teatro San Carlino va in scena “Bimb’in Burattin“, festival dove gli artisti provenienti dal mondo del teatro di figura portano sul palcoscenico il loro spettacolo. Previsti laboratori per i bambini.

Al Museo Carlo Bilotti, all’Aranciera di Villa Borghese, in mostra fino al 13 ottobre le opere dell’artista Frank Holliday, dipinte a Roma nell’estate del 2016. Il percorso espositivo comprende anche la proiezione del film inedito di Anney Bonney “Roman Holliday“.

La personale di Clara Garesio dal titolo “Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte”, a cura di Lisa Hockemeyer, in programma alla Casina delle Civette (Musei di Villa Torlonia) fino al 29 settembre, propone una selezione di opere della storica ceramista di formazione faentina.

Al Museo Carlo Bilotti, all’Aranciera di Villa Borghese, in mostra fino al 13 ottobre le opere dell’artista Frank Holliday, dipinte a Roma nell’estate del 2016. Il percorso espositivo comprende anche la proiezione del film inedito di Anney Bonney “Roman Holliday“.

Con la mostra “ROMA50. Istantanee di un decennio. 200 immagini mai viste dall’archivio del quotidiano Paese Sera a cura di Giuseppe Casetti e Chiara Gelato, si apre al Museo del Louvre di via della Reginella l’esposizione permanente dedicata all’immenso patrimonio fotografico ascrivibile agli anni Cinquanta dello storico quotidiano romano che quest’anno compie settant’anni dalla nascita.

 

CONSULTA l’agenda