19 gennaio 2019 - 13:06 . Trieste-Salario . Cronaca

Strisce bianche o “nascondigli segreti”, la mappa dei parcheggi gratuiti nel quartiere

Via Ufente
Via Ufente

Una ridottissima percentuale di parcheggi gratuiti per ogni settore a pagamento. Questa è la situazione che, quotidianamente, chiunque vaghi in cerca di una striscia bianca dove lasciare la propria macchina, si trova di fronte.

Una situazione che accomuna ogni zona del Trieste-Salario e che, tuttavia, ha le ore contate. Già perché entro gennaio la Giunta capitolina approverà la riforma della sosta tariffata 2019, proposta dal presidente della commissione Mobilità, Enrico Stefàno. Poi la palla passerà all’Assemblea per l’ok definitivo. Cosa significa? Significa che, al più tardi al rientro dalle prossime ferie estive, il nostro quartiere si troverà a fare i conti con: strisce blu a pagamento per i residenti su viale Libia e viale Eritrea, aumento del costo della sosta oraria e, appunto, addio agli stalli bianchi (cioè i parcheggi gratuiti).

Per questo, RomaH24 ha voluto tracciare una mappa di quelli che, almeno fino ad ora, sono i “porti franchi”, i parcheggi gratuiti dove, tra pochi mesi, lasciare l’auto diventerà impossibile.

Via Alessandria (nella foto qui sopra): insieme a via Dalmazia è l’unica strada nei dintorni di viale Regina Margherita dove è possibile parcheggiare l’auto gratuitamente.

Via Capodistria (nella foto qui sopra)nella zona di corso Trieste la scelta è un po’ più ampia. Diverse strade secondarie, infatti, sono ancora libere dalla morsa della sosta tariffata. Tuttavia, anche via Appennini, via Pola, via Ufente e via Lambro, tanto per citarne alcune, ben presto vedranno le strisce dei parcheggi tingersi di un altro colore.

Via Rocca Sinibalda (nella foto qui sopra): insieme a piazza di Sant’Emerenziana, questa è l’unica strada a ridosso degli assi commerciali di viale Libia e viale Eritrea dove è rimasta una sparuta rappresentanza di stalli bianchi.

Via Acherusio (nella foto qui sopra): allontanandosi, peraltro non di molto, da via Nemorense, un posto sulle strisce bianche si può trovare anche in via Volsinio, via Biferno, via Panaro o via di Trasone, tanto per citarne alcune.

“nascondigli segreti”. Nel Trieste-Salario ce ne sono due per eccellenza e a brevissima distanza l’uno dall’altro. Entrambi su via Salaria.

Il primo è all’altezza dell’incrocio con via di Villa Ada, davanti alla cancellata chiusa del parco, dove è possibile lasciare liberamente la propria auto.

L’altro, più avanti, procedendo verso il centro, è un piccolo spiazzo sulla sinistra (nella foto qui sopra) poco prima di svoltare per via Taro. Qui, oltre al posteggio a spina di pesce davanti all’albergo, è abitudine ormai diffusa utilizzare anche il marciapiede.

SFOGLIA la fotogallery completa delle strade con le strisce bianche