21 agosto 2019 - 11:42 . Trieste . Cronaca

Piazza Acilia, questo è il progetto di un residente per rilanciarla

Ridisegnare piazza Acilia. È questo l’obiettivo del progetto che un residente del quartiere, Sandro Calmanti, ex presidente di Salvaiciclisti Roma, ha presentato al Bilancio Partecipativo 2019. La proposta è arrivata quarta tra tutte quelle candidate nel II Municipio e ora andrà allo studio di fattibilità. In totale sono 357 voti che ha ricevuto. Un successo per una proposta che in tanti hanno percepito come urgente nella zona.

La necessità di ridisegnare la piazza nasce infatti dalla frequenza degli incidenti, di cui alcuni gravi. L’ultimo di questi, a marzo, provocò la morte di Enrico Tagliaferri, il manager di Share’ngo (la società di car sharing elettrico). Calmanti era lì e soccorse l’uomo, un episodio che ancora fa male.

La proposta prevede la risistemazione completa di Piazza Acilia e della viabilità delle strade adiacenti. L’intervento si articola in 7 punti principali: miglioramento della canalizzazione del traffico, realizzazione di attraversamenti rialzati, pavimentazione differenziata, ampliamento delle aree pedonali, sistemazione dell’incrocio con via Lucrino, rimodulazione dello spazio riservato alla sosta e banda di rispetto di colore rosso.

Il progetto per il restyling della piazza fa parte delle 167 proposte individuate su tutta Roma. Adesso un’apposita commissione valuterà la loro fattibilità. In totale sono i 20 milioni di euro che il Campidoglio ha deciso di investire nel quadro dell’iniziativa Roma Decide per il Decoro Urbano. Se il progetto supererà il prossimo esame – Il Tavolo della amministrazione si chiuderà il 12 ottobre – sarà ammesso a una nuova votazione on line. E allora il sogno di rendere più sicura sarà davvero più vicino a diventare realtà.