Roma, 15 novembre 2019 - 14:30

Italo Romano Ramaccioni

Italo Romano Ramaccioni

N. 23/07/1933 - M. 27/02/2019

Prati - 14 marzo 2019

Una persona gentile, onesta e disponibile. Un marito, un padre e uno zio presente, affettuoso e protettivo. Un professionista stimato, un innovatore, che con la sua visione ed il suo rigore metodico ha rivoluzionato un settore delicato e complesso come quello petrolifero. Questo era Italo Romano Ramaccioni, dirigente e consulente aziendale che è venuto a mancare il 27 febbraio 2019.

Nato ad Umbertide in provincia di Perugia, il 23 luglio 1933, ha vissuto da bambino l’esperienza della guerra e poi, come giovane professionista, gli anni del boom economico lavorando nell’Agip di Enrico Mattei. Passato a lavorare per l’Api, si trasferisce a Roma alla fine degli anni ’60, dove si occupa della rete di distribuzione e del mercato rivestendo ruoli strategici e di altissima responsabilità.

“Un mix di saggezza, rigore ed esperienza che sono stati per l’azienda un necessario punto di equilibrio per accrescere la presenza sul mercato. Un innovatore che ha introdotto un nuovo modello di visione commerciale: termini come partnership, marketing locale, servizio, fidelizzazione sono figli della sua ispirazione commerciale”: così lo ricordano i colleghi. La famiglia e gli amici lo ricordano invece per la sua bontà, la gentilezza e la generosità che, chi lo ha conosciuto, non scorderà mai.