14 Settembre 2020 - 16:12 . Flaminio . Agenda

All’Accademia della Filarmonica si esibisce un giovane talento del violino

Donatella Gibboni
Donatella Gibboni

Martedì 15 settembre ai Giardini della Filarmonica unico appuntamento in Sala Casella (ore 20) con il giovane talento della violinista Donatella Gibboni fra le vincitrici del contest che la Filarmonica Romana ha lanciato su facebook durante il lockdown e a cui hanno risposto tantissimi giovani musicisti.

Donatella Gibboni ha mandato il suo video da Lugano, dove la ventenne violinista salernitana ha trascorso il suo lockdown, per la chiusura improvvisa delle frontiere. Qui sta seguendo il master in Music Performance presso il Conservatorio della Svizzera Italiana con Pavel Berman, dopo aver completato nel 2019 i corsi di perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Sonig Tchakerian e all’Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo. Cresciuta in una famiglia di musicisti, inizia prestissimo a soli 3 anni lo studio del violino. Nel 2010 ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica per meriti musicali, e nel 2018 ha debuttato con un recital alla Carnegie Hall di New York. L’iniziativa del contest della Filarmonica è stata l’occasione per pensare a un progetto concreto per il futuro, in un momento così particolare per noi giovani”, ha raccontato.

Il progetto di Donatella dunque si realizza: accompagnata al pianoforte da Fabio Silvestro, proporrà un programma incentrato sulle parafrasi e fantasie di alcune celebri opere e su songs e Lieder dedicati al tema dell’amore. Il programma sia apre con The last Rose of Summer (1864) di Ernst, una serie di variazioni per violino solo su una melodia tradizionale irlandese, composta sul poema di Thomas Moore del 1805 The last Rose of Summer.

All’interno dei Giardini durante il festival sarà presente un punto ristoro di cui ne avrà cura Hummus Town un progetto e un’iniziativa nata da qualche anno a Roma fa per far conoscere il cibo e la cultura siriana nel mondo, contribuendo all’integrazione di rifugiati nella nostra società.

I Giardini della Filarmonica sono realizzati in collaborazione con:

Ambasciata dell’India di Roma, SUMMERMELA Festival, Fondazione FIND, ISMEO, Kama Productions, Istituto Giapponese di Cultura, Fondazione Neuhaus, Accademia del belcanto “Rodolfo Celletti” di Martina Franca, Fondazione Paolo Grassi, Conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma, Alefba, Operazione Peace Dreaming, Associazione Fabrica, Un mercoledì da lettori.

CONSULTA L’AGENDA