FuoriQuartiere | La Storia

Fred Buscaglione, quel destino che lo lega a Rino Gaetano e al Trieste-Salario

di Daniele Petroselli

3 febbraio 1960. Una data impressa nella storia. A 60 anni di distanza dalla sua scomparsa, il nome di Fred Buscaglione è ancora vivo nei ricordi della gente. Un cantante eclettico, ironico, capace di sorprendere con le sue musiche e bucare lo schermo con i suoi modi da gangster, ma col cuore di pastafrolla.

Una fine tragica a due passi dal Trieste-Salario, all’incrocio tra viale Rossini e via Paisiello, al Pinciano. Lui che con la sua Ford Thundebird rosa, eccentrica come il suo personaggio, a 100 all’ora si scontra con Lancia Esatau 864, un camion enorme, che non lo vede arrivare e lo colpisce in pieno. Caricato su un autobus, ancora di corsa vola al policlinico, dove però muore per le ferite riportate. A soli 38 anni, troppo giovane. Così come lo era Rino Gaetano, a cui lo lega non solo il modo di affrontare la musica e la vita, fuori da ogni schema, ma anche il destino. Una morte in auto, nella notte del 3 giugno del 1981 a via Nomentana, all’altezza di viale XXI Aprile.

Storie incredibili quelle di Gaetano e Buscaglione, raccontata anche nella prima edizione del CommunityBook “Trieste-Salario in 100 personaggi (+1)”, edito da Typimedia, morti a pochi passi l’uno dall’altro (in linea d’aria infatti sono soltanto 2 km), ai confini del nostro quartiere. Due tragedie che hanno lasciato il segno non solo in chi li amava, ma anche in questi luoghi, ancora oggi mete di pellegrinaggio di tanti fan ma anche dei residenti.

SCOPRI come come acquistare i libri di Typimedia sul Trieste-Salario

Sostieni RomaH24
Caro lettore,
da oltre due anni vi accompagniamo ogni giorno, ascoltiamo i vostri suggerimenti e i vostri commenti.
Il nostro impegno continua a crescere per darvi aggiornamenti continui sul vostro quartiere, per aiutare a migliorarlo, per conoscere fatti, storie, protagonisti delle nostre vite.
In questi giorni complicati, abbiamo moltiplicato i nostri sforzi per vivere l'emergenza.
Grazie ai nostri collaboratori che cercano ogni giorno spunti e notizie utili anche in questa fase complessa per la nostra comunità.
Grazie a chi sostiene già il nostro progetto.
Grazie a te per il sostegno che vorrai darci.
È importante.
Sostieni RomaH24 attraverso PayPal o con carta di credito: