Trieste-Salario | Articoli

Bilancio, gli 11 milioni che arrivano nelle casse del II Municipio

di Emiliano Magistri

Una pioggia di milioni sul II Municipio. Oltre 11, per la precisione. Il Campidoglio, al termine della lunghissima “maratona”, ha approvato l’assestamento di bilancio che, insieme al maxi emendamento di Giunta, porta nelle casse di via Tripoli soldi freschi da impegnare entro il 31 dicembre 2018, per una lunghissima serie di interventi di riqualificazione e messa a norma di numerose strutture del territorio. Ma non solo. Tra le novità anche lo sblocco dei fondi destinati agli interventi di bonifica amianto delle scuole Contardo Ferrini e Lante della Rovere e di riqualificazione di via Mascagni. Si parla di “sblocco” perché fino a oggi questi fondi erano vincolati alla vendita delle quote partecipate da parte del Comune di Roma: adesso, invece, il II Municipio avrà da subito soldi liquidi da poter investire per questi interventi.
In aggiunta, 200mila euro di fondi ordinari (cioè spendibili immediatamente) destinati alla manutenzione del verde. Ma cerchiamo di capire nel dettaglio quanti sono, da dove arrivano e a cosa serviranno, i soldi giunti nelle casse del II Municipio

Il maxi emendamento
L’ok da parte dell’Aula Giulio Cesare è un ok che vale, per l’esattezza, 4.400.395,80 euro. Questa somma, così come le altre, deve essere “impegnata” dal II Municipio entro il 31 dicembre 2018. Impegnata significa che, in base a un piano di investimenti, deve essere destinata agli interventi indicati nel documento approvato per poter dare il via ai lavori a partire dal 2019. I lavori riguarderanno: la manutenzione straordinaria dei mercati (729.000 euro), in primis il mercato Trieste con lavori di riqualificazione e messa a norma della struttura; la realizzazione dell’Infopoint della stazione Tiburtina (300.000 euro); la realizzazione della Biblioteca pubblica di via della Lega Lombarda (3.151.600,80 euro); la manutenzione straordinaria per gli interventi di adeguamento impiantistico del parcheggio coperto di via Chiana (219.795 euro).

La variazione di bilancio
Sempre sotto la voce “fondi di investimento”, attraverso una variazione di bilancio comunale dello scorso giugno, a via Tripoli giungeranno 5 milioni di euro da destinare ai lavori per l’adeguamento anti incendio di tutti gli asili e le scuole dell’infanzia del II Municipio. Ma non solo. Con questa somma, verranno riqualificate le palestre delle scuole Guido Alessi, Montessori (plesso di Santa Maria Goretti) e l’area sportiva esterna della Principessa Mafalda.

Le quote partecipate sbloccate
Altri 2 milioni arrivano dallo sblocco di fondi che, fino a oggi, erano vincolati alla vendita delle quote partecipate da parte del Comune di Roma. Lo “sblocco” significa che questa liquidità da investire non è più legata alla vendita (con tutti i tempi tecnici del caso), ma è disponibile fin da subito per essere, a sua volta, “impegnata” per gli interventi di riqualificazione di via Mascagni e di bonifica dell’amianto nelle scuole Contardo Ferrini e Lante della Rovere.

I fondi ordinari
A differenza delle somme illustrate fin qui, i 200mila euro destinati alla tutela del verde rientrano nella voce “fondi ordinari”, quelli cioè che devono essere spesi entro il 31 dicembre 2018, soldi che il II Municipio sta già utilizzando per la manutenzione delle aree di sua competenza e, come anticipato dalla presidente Francesca Del Bello, “in caso di emergenza potremmo utilizzare per sopperire a mancanze momentanee del Dipartimento Ambiente del Comune di Roma, ma speriamo di no”.

La soddisfazione della minisindaca
È appena uscita dal Campidoglio, la presidente Francesca Del Bello, quando commenta l’esito della lunga maratona “corsa” in Aula Giulio Cesare: “Sono molto soddisfatta perché il nostro Municipio ottiene tantissimi soldi necessari per tutti gli interventi in programma. Posso dire che si tratta di un risultato importantissimo ottenuto grazie al lavoro costante svolto tra la nostra giunta e quella comunale: c’è stata fin da subito la consapevolezza che non stavamo chiedendo soldi senza motivo, ma perché davvero il nostro territorio e, soprattutto, i nostri cittadini hanno necessità di vedere risolte problematiche che ci portiamo dietro da troppo tempo. Ci tengo a ringraziare il vice sindaco Luca Bergamo e gli assessori Carlo Cafarotti (Sviluppo Economico), Laura Baldassarre (Persona, Scuola e Comunità Solidale), Linda Meleo (Trasporti) e Luca Montuori (Urbanistica) – conclude la presidente – perché è grazie alla loro preziosissima collaborazione che siamo potuti arrivare a un risultato così importante”.