31 Luglio 2020 - 8:40 . Annibaliano . Cronaca

Un contenzioso danneggia la metro Annibaliano. Da un anno e mezzo è ridotta così

Metro Annibaliano
Metro Annibaliano

Una grossa area della metro Annibaliano è chiusa da più di un anno e mezzo. E per vederla riaperta bisognerà aspettare l’esito di un contenzioso. Da un lato Roma Metropolitane srl, la società che commissionò i lavori della stazione, dall’altro lato l’appaltatore, la società Metro B1.

L’area chiusa

Al centro della disputa ci sono i danni alla copertura della pensilina. Oltre un anno e mezzo fa, a seguito di una forte pioggia, si staccarono materiali dall’alto, cadendo sul suolo dopo un volo di circa venti metri. I vigili subito circoscrissero l’area con dei nastri e poi Atac, società che gestisce la metro, allestì delle transenne a protezione della zona. Troppo rischioso riaprirla in attesa delle dovute riparazioni.

La situazione è questa da più di un anno e mezzo

Ma nel mezzo è successo l’inimmaginabile, per i cittadini: si è scatenata una diatriba tra due società che fanno capo al Campidoglio. Metro B1 è una partecipata al 100% da Roma Capitale. E Roma Metropolitane s.r.l. è un’azienda municipalizzata del Comune di Roma.

Metro Annibaliano

Nel frattempo, il giudizio è in fase di istruttoria e nessuno, tra le società coinvolte, sa prevedere i tempi che per arrivare alla sentenza. Per tornare alla normalità, nella metro Annibaliano bisognerà ancora aspettare.