30 novembre 2019 - 19:00 . Trieste-Salario . Agenda

Tutti gli appuntamenti di domenica e lunedì nel Trieste-Salario

La settimana nel Trieste-Salario si chiude e si riapre con mostre, concerti e non solo. Di seguito tutti gli appuntamenti nel quartiere per domenica 1° e lunedì 2 dicembre.

 

domenica 1° dicembre

Il pianista Ivo Pogorelich, ex “enfant terrible” della musica classica, torna dopo una lunga parentesi sul palcoscenico dell’Auditorium Parco della Musica in un recital attesissimo per la Stagione da Camera alle 20.30.

Paolo Fresu, considerato come uno dei massimi rappresentanti del jazz italiano degli ultimi trent’anni, sarà in concerto alle 21 all’Auditorium Parco della Musica insieme al fisarmonicista e bandoneonista francese Richard Galliano e al pianista svedese Jan Lundren.

Alle 21.30 torna l’appuntamento al Cotton Club di via Bellinzona dedicato alla musica degli anni ’50. Serata all’insegna del Rock ‘n’ Roll con la musica live di Marco Liotti e i Fifty Fifty e possibilità di ballare

Ancora per oggi, alla Casa del Cinema il Digital Media Fest, la manifestazione dedicata all’industria dell’immagine con screening, workshop, proiezioni e

Ancora per oggi al teatro Tirso de Molina andrà in scena “Io non posso entrare” con Andrea Perrozzi, Sandro Salvatori Andrea Pirolli.

Fino al 6 gennaio 2020 all’Ex Caserma Guido Reni è in programma la mostra “Arte virtuale: Van Gogh e Monet Experience“. Grazie alla tecnologia VR, il visitatore sarà immerso a 360 gradi nelle atmosfere ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all’interno del quadro.

Fino al 19 gennaio 2020, alla Casina delle Civette ci sarà la mostra “Il giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight“.

Fino al 26 gennaio 2020 andrà in scena alla Casina delle Civette la mostra “Maria Paola Ranfi. Gioiello intimo colloquio“. Un’antologica dell’artista Maria Paola Ranfi orafa e scultrice, una selezione di oltre 60 esemplari tra gioielli e sculture realizzati a cera persa in oro, bronzo, argento e con pietre preziose dai tagli rari e particolarissimi

Fino al 2 febbraio 2020, alla Galleria Borghese andrà in scena la mostra “Valadier. Splendore nella Roma del settecento“. Esposizione monografica di un protagonista del rinnovamento del gusto nella Capitale alla metà del ‘700.

Palazzo Braschi è in programma fino al 15 marzo 2020 Canova. Eterna bellezza“. Una mostra-evento incentrata sul legame tra Antonio Canova e la città di Roma, con oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere.

Fino al 22 marzo del 2020, al Casino dei Principi di Villa Torlonia è in programma la mostra “Carlo Levi e l’arte della politica“.

 

lunedì 2 dicembre

Il fisarmonicista Pietro Roffi (classe 1992) torna all’Auditorium Parco della Musica alle 21 con il suo inedito live 1999.

Con la mostra “ROMA50. Istantanee di un decennio. 200 immagini mai viste dall’archivio del quotidiano Paese Sera a cura di Giuseppe Casetti e Chiara Gelato, si apre al Museo del Louvre di via della Reginella l’esposizione permanente dedicata all’immenso patrimonio fotografico ascrivibile agli anni Cinquanta dello storico quotidiano romano che quest’anno compie settant’anni dalla nascita.

Fino al 6 gennaio 2020, l’opera di Sergio Monari incontra l’architettura del Casino Nobile e la collezione d’arte della famiglia Torlonia: un dialogo fra passato e presente dove il primo è l’eco del secondo e viceversa, e che porta all’attenzione del pubblico l’attualità della mitologia greca.

Fino al 12 gennaio 2020, al Maxxi andrà in scena la mostra “Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori“. Tutto il mondo di Altan raccontato attraverso disegni originali, poster, illustrazioni, quadri, schizzi, tavole, libri e filmati.

Fino al 26 gennaio 2020 al Maxxi un focus dedicato ad uno dei più significativi e importanti esponenti della Transavanguardia italiana, Enzo Cucchi.

Fino al 23 febbraio 2020 al Chiostro del Bramante è in programma la mostra “Bacon, Freud, la scuola di Londra“. Due giganti della pittura per la prima volta insieme in Italia.

Al Maxxi fino all’8 marzo 2020 andrà in scena “Della materia spirituale dell’arte“, mostra collettiva sul tema dello spirito. Con opere di, tra gli altri, Yoko Ono, Elisabetta Di Maggio, Matilde Cassani, Jimmie Durham, Hassan Khan.

CONSULTA l’agenda