23 Marzo 2021 - 16:12 . Trieste-Salario . Cronaca

Rilancio di Villa Chigi, l’ira del Municipio: “Offesi per non essere stati informati”

Villa Chigi
Villa Chigi

“Apprendiamo dalla stampa che è nato un tavolo condiviso tra polizia locale, Ama e Comune per il recupero e il rilancio di Villa Chigi. Siamo istituzionalmente offesi da questo modo di operare, non tanto per non essere stati invitati ma aver dovuto subire dal 2016 ad oggi il silenzio e l’indifferenza di tutti i protagonisti istituzionali del tavolo alle nostre numerose e continue richieste di intervento su Villa Chigi“.

Inizia così la dura lettera firmata dalla presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, e dall’assessore all’Ambiente Rosario Fabiano. Il motivo dello sfogo? Come raccontato da RomaH24, sta nascendo un grande progetto per il rilancio di Villa Chigi. Del quale, però, il II Municipio non è stato messo al corrente.

È quanto si legge nel comunicato diffuso da via Dire Daua. “Abbiamo dunque oggi scoperto che in campagna elettorale Ama si occupa di rifiuti nelle ville mentre, in questi cinque lunghi, anni si è sempre rifiutata di entrare anche dentro i giardini di quartiere perché non di sua competenza – prosegue la lettera -. Abbiamo ritrovato il dottor Cardilli dal quale stiamo ancora aspettando la conclusione dell’iter che possa condurre ai lavori di bonifica e
rimozione dei detriti dell’ex campo tollerato del Foro Italico”.

E ancora: “Auguriamo a questo tavolo buon lavoro auspicando loro di ottenere grandi risultati ma, come Municipio, chiederemo di poter conoscere le modalità, i tempi e le coperture economiche con cui si intenderà procedere. Allo stesso tempo, da ora, viste le intenzioni manifestate, inoltreremo ad Ama e al Gabinetto della sindaca richieste di decine di bonifiche delle aree verdi di pregio come le Mura Aureliane, San Lorenzo, Porta Pia, via Mascagni e di tutte le discariche lungo la tangenziale est, situazioni comunque ben note in Campidoglio ma che non hanno mai ricevuto la dovuta attenzione”.