4 settembre 2018 - 14:09 . Somalia . Degrado

Parco Don Baldoni: i bambini costretti a giocare in mezzo ai rifiuti

Andare sull’altalena tra i rifiuti. Giocare su uno scivolo imbrattato di scritte. Sedersi su una panchina circondata da bottiglie e vetri rotti. Tutto questo succede nel Parco Don Boldoni, su viale Somalia. L’area verde versa in condizioni disastrose. Basta entrare per imbattersi subito in una discarica a cielo aperto.

Nell’aiuola che circonda la piccola pista di pattinaggio c’è di tutto: diversi stendipanni, vetri sparsi, vestiti, cuscini e giacigli di fortuna. Andando avanti la situazione peggiora. Sotto alle panchine ci sono schiere di bottiglie e residui di cibo. Addirittura alcune tessere dei supermercati, accendini, pile e un flacone di gocce medicinali. I bambini si dondolano sulle altalene circondate dai rifiuti.

“Il parco sarebbe anche carino, è ben attrezzato di giochi – dicono alcune mamme in gruppo – il problema è che versa in condizioni disastrose. Dobbiamo avere mille occhi perché c’è di tutto, compresi vetri e bottiglie di birra. Speriamo si decidano a sistemare quest’area”. La riqualificazione di parco Don Boldoni è tra gli obiettivi di Rqts, la neonata associazione “Residenti di quartiere Trieste-Somalia”.”Intendiamo continuare a dialogare e stimolare il Comune e il Municipio come abbiamo fatto per la zona di viale Somalia – spiega Giancarlo Feri, il presidente – l’obiettivo è quello di far tornare il decoro nel parco Don Boldoni, così come a Villa Chigi”.

SFOGLIA la fotogallery