20 Aprile 2021 - 12:43 . Africano . Cronaca

Parcheggio via Homs, l’ingegnere: “Sì al verde, ma restino le auto”

Intorno al parcheggio tra via Cirenaica, via Homs e via Tripoli in zona Africano sono in molti ad agitarsi. C’è chi chiede lo stop a nuovi posti auto e la realizzazione del tanto atteso “parco” e chi, pur aspettando la nascita di un’area verde fruibile dai cittadini, vigila affinché i quasi 300 posti attualmente presenti non scompaiano dalla sera alla mattina.

A rappresentare quest’ultima istanza è l’ingegner Francesco Sgamma, promotore a giugno 2020 di una petizione, sostenuta da 160 cittadini, nella quale si chiedeva alle istituzioni di vigilare sul destino del parcheggio in seguito all’asta fallimentare che aveva poi portato ad un cambio di proprietà dell’area.

“A suo tempo – ci spiega Sgamma – chiedemmo a Comune e Municipio di garantire la continuità di esercizio. Quel parcheggio è lì dal 2006, prima di allora era un’area abbandonata al degrado, con rifiuti sversati illecitamente e vegetazione infestante. I vecchi proprietari provarono per anni a metterla sul mercato immobiliare, senza successo. Il Comune allora smantellò il parcheggio metallico a due piani di via Tripoli e lo trasferì lì nell’ambito della realizzazione del piano urbano parcheggi. Nel frattempo il piano regolatore generale aveva definito quell’area come spazio conformato dal costruito e nel quadro del sistema ambientale è definito come verde pubblico e servizi pubblici a livello locale”.

 

Il parcheggio di via Homs

 

“Quello che vorrei fosse chiaro – continua Sgamma – è che lì un parco non c’è mai stato. Fino agli anni ’70 c’erano le case dei ferrovieri, poi demolite per la speculazione edilizia che non andò a buon fine. Dopo la realizzazione del parcheggio, il Municipio ha fatto sì che il liquidatore siglasse una concessione a una società di guardia macchine autorizzata, che lo ha gestito fino a settembre 2020”.

“Mi auguro – conclude l’ingegnere – che nel dialogo tra istituzioni e attuale proprietà si determini non solo il mantenimento del parcheggio, che dà respiro a tutta la zona, ma anche la realizzazione di un’area adibita a giardino vero, fruibile. Questo è possibile solo se si applica in maniera intelligente il vincolo presente su quell’area”.

LEGGI la storia dell’area verde tra via Cirenaica, via Tripoli e via Homs