20 Novembre 2020 - 14:45 . Trieste-Salario . Retesociale

Covid-19, nel quartiere tornano il caffè e il pasto “sospesi”: cosa sono e come aderire

Caffè sospeso
Caffè sospeso

Il Trieste-Salario continua a essere in prima linea in tema di solidarietà. Soprattutto in tempi di Covid-19. Nel nostro quartiere torna infatti l’iniziativa del caffè e del pasto “sospesi”, avviata dal II Municipio a sostegno di coloro che si trovano in difficoltà economica e sociale.

Ma come funziona? Nelle attività che aderiranno (QUI il modulo) sarà possibile pagare, appunto, un caffè o un pasto extra senza consumare, per lasciarlo a chiunque vorrà usufruirne gratuitamente in un secondo momento, secondo l’originale usanza napoletana.

Gli esercizi commerciali che decidano di offrire questo servizio possono richiedere l’iscrizione nell’apposito elenco dei partecipanti al progetto compilando e inviando via email il modello di adesione al seguente indirizzo: andrea.giacometti@comune.roma.it.

“Tale progetto – commentano l’assessore al Commercio Valerio Casini e l’assessora alle Politiche sociali Carla Fermariello – potrà far accrescere l’integrazione fra le parti sociali presenti sul territorio municipale ponendo le basi di una collaborazione fra i cittadini e le attività commerciali atta a sviluppare comportamenti che siano di sostegno nei confronti di coloro che versano in stato di indigenza”.

Già durante il lockdown, nel quartiere c’era stato un autentico boom di adesioni alla spesa sospesa, grazie a cui era possibile donare prodotti alimentari alle famiglie in difficoltà attraverso i supermercati.

LEGGI la news sul boom della spesa sospesa