12 Ottobre 2021 - 7:30 . Prati . Cronaca

Via le bancarelle da Prati, anzi no: il Consiglio di Stato congela le delocalizzazioni, l’ultima parola il 4 novembre

La polizia locale toglie i nastri da viale Giulio Cesare
La polizia locale toglie i nastri da viale Giulio Cesare

Ennesimo dietrofront sulle bancarelle tra Cola di Rienzo e Giulio Cesare. Prosegue la battaglia a colpi di carte bollate tra Comune e ambulanti, l’ultimo colpo di scena, disposto dal Consiglio di Stato, congela le delocalizzazioni almeno fino al prossimo 4 novembre.

Viale Giulio Cesare senza bancarelle

Sugli ambulanti di Prati pende un’ordinanza del Campidoglio che ne ha deciso lo spostamento in via Frà Albenzio e nel piazzale della metro Cipro. I commercianti avevano impugnato l’ordinanza davanti al Tribunale amministrativo regionale che però ha dato ragione alla giunta Raggi. Fine della querelle? Non ancora poiché gli ambulanti si sono rivolti Consiglio di Stato, l’ultima pietra giurisdizionale alla quale appellarsi. Palazzo Spada si pronuncerà il 4 novembre, fino ad allora le bancarelle possono restare.

Il vorticare di ordinanze e sentenze ha colto di sorpresa anche la polizia locale: nella mattinata dell’11 ottobre i caschi bianchi avevano provveduto a dare lo “sfratto” agli ambulanti, poche ore dopo sono stati costretti a rimuovere i nastri che perimetravano gli stalli vacanti. Almeno fino al 4 novembre sarà tutto come prima.