8 Febbraio 2021 - 14:37 . Prati . Cronaca

Via ai vaccini anti Covid per gli over 80. Asl 1: “Somministrazioni anche a domicilio”

Antonio Di Luca durante la somministrazione della prima dose
Antonio Di Luca durante la somministrazione della prima dose

“Si devono vaccinare tutti, perché è una cosa bellissima”. Antonio Di Luca, prossimo agli 85 anni, è stato il primo over 8o a vaccinarsi oggi, 8 febbraio, contro il Covid nella struttura di Santa Maria della Pietà (dove saranno vaccinati 84 anziani al giorno) di via Eugenio Mattei. Il signor Antonio ha inaugurato ufficialmente la campagna vaccinale della Asl Roma 1.

Il capannone che fa da accoglienza per chi aspetta la vaccinazione al Santa Maria della Pietà

Soltanto nella Capitale sono più di duemila gli anziani che si sono prenotati per ricevere la prima dose del farmaco targato Pfizer e Moderna, in tutta la regione sono 3.601 persone che riceveranno oggi la prima iniezione del vaccino.

La prima signora over 80 a vaccinarsi al Santa Maria della Pietà

Al momento, però, non tutti i centri vaccinali previsti sono attivi, infatti oggi per quanto riguarda l’Asl Roma 1 si comincia dalle seguenti strutture: ospedale Sant’Andrea, policlinico Gemelli, Villa Aurora, ospedale oftalmico Casa della salute Prati-Trionfale, Istituto dermatopico Immacolata, ospedale Cristo Re, ospedale San Pietro, il centro unico prelievi dell’Umberto I (al Nomentano nel II Municipio), Santa Maria della Pietà, Villa Tiberia (zona Talenti in III Municipio) e l’Eastman (anch’esso nel II Municipio). In totale, nella Capitale sono ventidue i punti di somministrazione.

Da lunedì 15 febbraio, invece, sarà attivo anche il grande centro all’Auditorium Parco della Musica, uno di quelli dove gli over 80 riceveranno solo le dosi inviate da Moderna.

Al centro, Angelo Tanese, direttore della Asl 1, alla Casa della Salute Prati-Trionfale

Intanto, il direttore generale della Asl Roma 1, Angelo Tanese, annuncia: “Anche per coloro che sono impossibilitati a muoversi, organizzeremo le vaccinazioni a domicilio. Saranno comunque raggiunti. Chi può recarsi in un sito vaccinale – ha spiegato Tanese – si prenota con il proprio codice fiscale sul portale (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it, ndr). È una cosa molto semplice e immediata. Chi è impossibilitato per motivi accertati, può chiamare il numero 800.118800 che trasferisce il dato alla Asl. Noi richiamiamo le persone e prendiamo un appuntamento per i prossimi giorni. Voglio dire a tutte le persone di stare tranquille perché ci sono dosi sufficienti e un’organizzazione in grado di dare risposte a tutti”.