4 luglio 2019 - 8:40 . Prati . Cronaca

Prati, il divieto non ferma i saltafila. Ecco le loro strade

Sono tornati o, forse è più corretto affermare, non sono mai andati via. Sono i saltafila che nelle vicinanze delle mura vaticane offrono ai turisti una scorciatoia per accedere alle meraviglie del cuore della cristianità. Al “modico” prezzo di circa cinquanta euro.

In un capitolato del recentissimo regolamento di polizia urbana, viene specificato che “per i saltafila, è vietata l’attività di intermediazione e promozione di tour turistici, la vendita di biglietti per musei, teatri ed eventi culturali e turistici”. Effettivamente, per qualche settimana, la loro presenza tra le vie Ottaviano, degli Scipioni, Leone IV e viale Giulio Cesare era di molto scemata ed erano meno “aggressivi”, ma con l’arrivo della bella stagione e col flusso imponente di turisti sembrano tornati a pieno regime e ormai se ne contano a dozzine.

Due sono i numeri da considerare per comprendere il loro fenomeno: 35 e 6,5 milioni. 35 sono i gradi centigradi che si raggiungono facilmente in questi giorni; 6,5 milioni sono i visitatori che nel 2018 hanno affollato i musei vaticani, il quinto sito d’arte più visitato al mondo.

In questa torrida estate, poter saltare la fila per i turisti vale qualsiasi prezzo. 

LEGGI la notizia sul daspo per i saltafila