1 Giugno 2020 - 11:12 . Prati . Curiosità

Prati e il cinema, ecco i cinque grandi film girati nel quartiere

Come te nessuno mai con Silvio Muccino
Come te nessuno mai con Silvio Muccino

Commedie all’italiana, teen drama, ma anche film da Oscar e produzioni internazionali. I registi più celebri, italiani e non solo, scelgono Prati. Il nostro quartiere, da sempre, rappresenta infatti uno dei set più amati dai cineasti per ambientare le loro pellicole. Qualche nome? Federico Fellini, Mario Monicelli, e ancora Nanni Moretti, Gabriele Muccino e Ron Howard.

Ecco una rassegna di cinque film ambientati nel quartiere Prati.

1) Il Sorpasso (1962) di Dino Risi
Dino Risi amava girare in Prati. Lo fece una volta, nel 1957 con “Poveri ma belli“, ma soprattutto nel 1962 con “Il Sorpasso“, pellicola memorabile che ancora oggi viene studiata in tutte le scuole di cinema. Una scena è stata girata davanti a San Pietro. Si tratta dell’inizio del film, quando si vede sfrecciare davanti alla Basilica la Lancia Aurelia con dentro Vittorio Gassman e una controfigura perché, all’epoca della ripresa, il regista ancora non aveva scelto l’attore co-protagonista, che poi fu interpretato da Jean-Louis Trintignant.

2) Il Bidone (1955) di Federico Fellini
Tra le tante pellicole che Fellini ambientò a Roma, ce n’è anche una girata in Prati. Si tratta de “Il bidone“, film del 1955 scritto dal regista insieme a Ennio Flaiano e Tullio Pinelli. In una breve sequenze del film, Augusto (interpretato da Broderick Crawford) porta a mangiare la figlia Patrizia (Lorella De Luca) in un ristorante sulla via Trionfale. E non bisogna dimenticare che nei suoi primi anni a Roma, Fellini aveva abitato in via Nicotera, dove oggi sorge il Residence Prati.

3) Accattone (1961) di Pier Paolo Pasolini
Uno dei punti più alti della cinematografia di Pierpaolo Pasolini si è consumato nel quartiere Prati. Di quale film stiamo parlando? Di “Accattone“, opera che segna il suo esordio alla regia. La pellicola è stata interpretata come la trasposizione cinematografica dei suoi precedenti lavori letterari. In una scena del film, il protagonista Franco Citti scommette con gli amici che si tufferà da ponte Sant’Angelo dopo aver mangiato.

Accattone di Pier Paolo Pasolini

4) Angeli e demoni (2006) di Ron Howard
Realtà, finzione, arte, religione e mistero. Il cammino del mitico Robert Langdon – protagonista dei romanzi di Dan Brown – non poteva passare per le strade della Capitale. Nel secondo film della saga “Angeli e Demoni“, il professore d’arte si ritrova ad indagare sulla setta degli Illuminati, che ha dimora proprio tra le mura del Vaticano. In una scena, Langdon (Tom Hanks) si ritrova inseguito da alcuni membri della setta sul Lungotevere, a pochi passi da Castel Sant’Angelo.

5) Come te nessuno mai (2000) di Gabriele Muccino
Tormenti, ribellioni, storie d’amore e problemi di gioventù. Il film d’esordio di Silvio Muccino si intitola “Come te nessuno mai” e vede la regia del fratello maggiore Gabriele. Ebbene, dove poteva ambientarsi una pellicola sulle proteste studentesche e sui dilemmi esistenziali liceali? Al Liceo Mamiani naturalmente, da sempre punto di riferimento sia culturale che sociale per i giovani di Prati.

GUARDA come acquistare il libri su Prati di Typimedia