20 Dicembre 2021 - 7:30 . Clodio . Cronaca

“Casale Strozzi = biblioteca”: striscioni in via Teulada per rilanciare la storica struttura

Striscioni a casale Strozzi
Striscioni a casale Strozzi

“Casale Strozzi = biblioteca” e “- cemento + cultura”: una mano ignota ha appeso nottetempo due lenzuoli lungo il perimetro di casale Strozzi, la storica struttura, oggi in stato di abbandono, che sorge all’interno dell’area verde di via Teulada. Il parco è interessato da un progetto di allargamento della vicina cittadella giudiziaria, disegno firmato da Regione, amministrazione Raggi e ministero della Giustizia al quale si oppongono attivisti e Municipio.

Striscioni a casale Strozzi

“Parole semplici e incisive — commenta il comitato Trionfalmente17, presieduto da Paola De Vecchis —, che racchiudono il dramma della nostra epoca caratterizzata in ogni punto del pianeta da un bisogno estremo e dannoso di antropizzazione del territorio. Un’antropizzazione che non coincide spesso con lo sviluppo culturale dei popoli né con il loro benessere, perché alla base esiste soltanto un bisogno di accumulazione di capitale privo di etica e di rispetto per la Natura e per tutti gli esseri viventi, che le appartengono. Per fortuna molti ragazzi stanno sviluppando una sensibilità nuova, sicuramente più attenta alla qualità della vita intesa in una prospettiva strettamente ambientalista e di conseguenza anche culturale. Un ritorno ad alcuni valori che esigono da parte degli adulti un cambiamento di rotta e l’abbandono delle vecchie logiche, che non consideravano il futuro come un patrimonio da consegnare ai giovani”.

Striscioni a casale Strozzi

Il casale fu edificato dalla famiglia Strozzi intorno alla metà del sedicesimo secolo, oggi giace in stato di abbandono ed è stato più volte occupato abusivamente.

La proposta degli attivisti di zona (oltre a Trionfalmente17 è forte l’attenzione di Insieme17) è da sempre quella di recuperare la struttura per realizzare un polo culturale, destinato magari ai giovani che in questa parte del quartiere non hanno luoghi di aggregazione.