27 Maggio 2020 - 10:42 . Prati . Viabilità

Bonus bici, le faq del ministero dell’Ambiente: cos’è, come usarlo e a chi spetta

Cos’è il bonus mobilità? A chi spetta? Per quali mezzi è possibile utilizzarlo? Per fare chiarezza sul nuovo sostegno che il governo ha inserito nel decreto Rilancio – pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio -, il ministero dell’Ambiente ha pubblicato le faq per rispondere a tutte le domande di ciclisti e “monopattinari” interessati a un nuovo mezzo elettrico per sfrecciare in tutta Roma e nel nostro quartiere. Soprattutto in vista delle ciclabili provvisorie che Roma Capitale intende realizzare prossimamente anche nel nostro quartiere.

IN COSA CONSISTE?
Il buono mobilità è un contributo pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a 500 euro per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (ad esempio. monopattini, hoverboard e segway).

CHI VIENE RIMBORSATO?
Ci saranno due fasi: in una sarà il cittadino a essere rimborsato del 60% della spesa. Nella seconda, invece, i residenti pagano al negoziante direttamente il 40% e sarà il venditore stesso a ricevere il rimborso.

COME FUNZIONA?
Il buono mobilità può essere sfruttato utilizzando una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà accessibile, anche dal sito istituzionale del ministero dell’Ambiente, entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale – inserito il 19 maggio. Per accedere all’applicazione è necessario disporre delle credenziali Spid (Sistema pubblico di identità digitale). Anche in questo caso, il ministero predisponde due fasi:

Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto il rimborso al beneficiario; per ottenere il contributo è necessario conservare il documento giustificativo di spesa (fattura e non scontrino) e allegarlo all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

Fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web): è previsto lo sconto diretto da parte del fornitore del bene/servizio richiesto, sulla base di un buono di spesa digitale che i beneficiari potranno generare sull’applicazione web.

COSA POSSO ACQUISTARE?
Per l’anno 2020 il buono mobilità può essere richiesto per una sola volta e per un unico acquisto di:

– Biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita;
– Handbike nuove o usate;
– Veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, di cui all’articolo 33- bis del DL 162/2019, convertito con modificazioni dalla legge 8/2020 (es.  monopattini, hoverboard, segway);
– Servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

POSSO ACQUISTARE ACCESSORI?
Non è ammissibile l’acquisto di accessori (caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.).

POSSO ACQUISTARE BICI O VEICOLI USATI?
Sì, possono essere acquistati veicoli usati per la mobilità personale e bici usate.

PER OTTENERE IL CONTRIBUTO NELLA FASE 1 SERVE LA FATTURA O LO SCONTRINO?
Nella Fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web) per ottenere il contributo è necessario conservare la fattura (non lo scontrino) e allegarla all’istanza da presentare mediante l’applicazione web.

È POSSIBILE ACQUISTARE ON LINE?
Sì. In particolare:

Nella fase 1 (dal 4 maggio 2020 fino al giorno di inizio operatività dell’applicazione web) è possibile acquistare on line purché venga emessa la fattura, che dovrà essere successivamente allegata all’istanza di rimborso;-

Nella fase 2 (dal giorno di inizio operatività dell’applicazione web) è possibile acquistare on line solo presso i rivenditori accreditati sull’applicazione web.

PERIODO DI VALIDITÀ DEL BUONO
I buoni di spesa devono essere utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento.

LEGGI i consigli dell’esperto sui monopattini elettrici

LEGGI l’analisi di Luigi Carletti sul piano di nuove ciclabili anti-traffico

LEGGI la notizia sul piano del Comune per una rete di ciclabili d’emergenza