8 Gennaio 2022 - 7:30 . Prati . Cronaca

A Prati nuove pietre della memoria. Così il quartiere ricorda i suoi deportati

Pietre d'inciampo in viale delle Milizie
Pietre d'inciampo in viale delle Milizie

Nuove pietre d’inciampo a Roma e nel nostro quartiere, per non dimenticare la follia nazista e, soprattutto, le sue vittime. A partire dalle 9.30 di giovedì 20 gennaio, tra le strade della Capitale saranno installate 18 “Stolperstein”.

La mappa delle pietre d’inciampo 2022

I luoghi scelti nel I Municipio sono in tutto dieci, due dei quali a Prati: davanti al civico 173 di via Cola di Rienzo e all’11 di viale delle Milizie.

I sampietrini, cubi che misurano 10 x 10 centimetri, sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig che risale al 1993, le sue pietre, ricoperte con una piastra in ottone, vengono affogate nell’asfalto davanti alle ultime abitazioni delle vittime di deportazioni naziste, e recano il nome del deportato, l’età, la data della deportazione e, quando nota, la data della morte.

I primi Stolperstein sono stati installati a Colonia nel 1995, da allora, in Europa, se ne contano circa 50mila. Il progetto, per Roma, è curato da Adachiara Zevi.

GUARDA le pietre d’inciampo di viale delle Milizie