19 Maggio 2020 - 8:39 . Flaminio-Parioli . Cultura

Riaprono i musei. Dal Maxxi a Valle Giulia, come prenotare e le norme da seguire

Dal 19 maggio, dopo la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Valle Giulia, hanno riaperto al pubblico i Musei Capitolini, il Museo di Roma a Palazzo Braschi, il Palazzo delle Esposizioni, la Galleria Borghese e in maniera graduale anche il Maxxi. Si potrà tornare a vivere, così anche di persona, le mostre più importanti della città.

Al museo di via Guido Reni ripartenza soft: sarà aperta la biblioteca del museo (solo su prenotazione scrivendo una mail a bibliomaxxi@fondazionemaxxi.it) dal martedì al venerdì in due turni giornalieri: 11.00-15.00 e 15.00-18.00. Ma anche la postazione studio (con utilizzo del proprio pc): dal martedì al venerdì, dalle 9:00 alle 13:00 (mentre i laboratori martedì e giovedì, dalle 14:30 alle 16:30). L’accesso sarà consentito solo se si avranno mascherina, guanti di protezione per maneggiare volumi o documenti di qualsiasi genere e previo passaggio al termo scanner.

Alla Galleria Borghese è obbligatoria la prenotazione sul sito web e per ogni turno di visita, della durata di due ore, è previsto un numero massimo di 80 visitatori. I servizi museali quali biglietteria, deposito bagagli e bookshop sono stati invece posti al di fuori del museo, a sinistra dell’edificio, per limitare la permanenza dei visitatori all’interno dell’edificio allo stretto necessario.

COME ACQUISTARE I BIGLIETTI DEI MUSEI CIVICI
I Musei Capitolini saranno aperti dal 19 al 21 maggio solo per i possessori MIC ma con prenotazione, dal 22 (sempre su prenotazione) l’apertura per tutti. Sarà obbligatorio il preacquisto da casa dei biglietti di ingresso ai musei e alle mostre ospitate tramite il sito www.museiincomuneroma.it (acquisto con 1 euro di prevendita) o chiamando lo 060608. Ci saranno delle fasce orarie in cui presentarsi per entrare al museo e iniziare la visita. Una volta completato l’acquisto sarà sufficiente stampare la ricevuta e mostrarla cartacea o digitale all’ingresso del museo.

I COMPORTAMENTI NEI MUSEI
All’arrivo, il visitatore dovrà attendere il proprio turno di ingresso e mantenere la distanza di sicurezza. Un termoscanner misurerà la temperatura e in caso di un risultato uguale o superiore ai 37.5 gradi non verrà consentito l’accesso. Al termine di questa operazione, con il biglietto pre-acquistato, potrà accedere al museo. Ai varchi di accesso e nelle sale interne saranno disponibili gel disinfettanti per igienizzare le mani. Nelle sale espositive poi sarà obbligatorio l’utilizzo delle mascherine e il mantenimento della distanza di sicurezza dalle altre persone. 

LE PROSSIME APERTURE
Dopo questa prima fase, a riaprire dal 2 giugno saranno 
i musei dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano, Fori Imperiali, Centrale Montemartini, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia, Museo Bilotti, Museo Barracco, Museo Napoleonico, Museo Canonica, Museo della Repubblica romana, Casal de’ Pazzi, Museo delle Mura e nelle aree archeologiche aperte al pubblico. Il 3 giugno aprirà anche l’Archivio Storico Capitolino. 

LEGGI la news sul calendario delle riaperture dei musei