2 Maggio 2020 - 11:50 . Flaminio-Parioli . Cronaca

Covid-19, ecco dove fare il test sierologico a Roma Nord e quanto costa

Quante cliniche del nostro territorio effettuano il test sierologico per il Coronavirus? Dove si trovano? E quanto costa? A Roma Nord, sono diverse le strutture a cui è possibile rivolgersi.

IL TEST
Ma a cosa serve il test sierologico? A differenza del tampone faringeo o nasale – che indica la positività o la negatività al Coronavirus nel momento in cui viene eseguito – questo esame consiste nel prelievo di una goccia di sangue, da cui è possibile verificare se il soggetto abbia sviluppato gli anticorpi al Covid-19. Se questi sono presenti, significa che il sistema immunitario è già entrato in contatto con il virus, con la possibilità di sapere più o meno quando.

DOVE FARLO A ROMA NORD

Ecco una lista delle altre cliniche in cui potete richiederlo. Qualora ci fossero altre strutture abilitate non inserite in questo elenco, potete farcelo sapere inviando una mail a flaminioparioli@romah24.com oppure un messaggio alla nostra pagina Facebook.

Analisi cliniche Ciaffi
Indirizzo: viale Libia 74°
Telefono: 06 86218046
Mail: info@ciaffi.it
Sito: https://www.ciaffi.it/
Costo: 43 euro

Analisi cliniche Krasi
Indirizzo: via Annone, 1
Telefono: 068606414
Mail: lab.krasi@gmail.com
Sito: https://www.analisiclinichekrasi.it/
Costo: 43 euro

Casa di Cura “Nostra Signora della Mercede”
Indirizzo: via Tagliamento, 25
Telefono: 068415741
Mail: info@cdcmercede.it
Sito: https://casadicuramercede.it/
Costo: 35 euro

Artemisia Lab Alessandria Via Piave
Indirizzo: Via Piave, 76
Telefono: 0642100
Mail: alessandria@artemisialab.it
Sito: https://www.artemisialab.it/artemisia-alessandria-via-piave/
Costo: 70 euro nei centri attraverso un triage preventivo, 105 a domicilio, sempre con triage. Il test consiste in PCR ed emocromo. Dalla clinica fanno sapere che il kit è lo stesso adottato dallo Spallanzani che, da solo, costa 20 euro più iva. A questi vanno aggiunti i costi della struttura, dei medici e degli accessori.

Data Medica
Indirizzo: via Ennio Quirino Visconti, 4
Telefono: 063213944
Mail: prenotazioni@datamedicaroma.it
Sito: https://www.datamedicaroma.it/
Costo: 30 euro

Laboratorio Alessandrini
Indirizzo: viale Giuseppe Mazzini, 33
Telefono: 063217999
Mail: info@analisialessandrini.it
Sito: https://analisialessandrini.it/main/
Costo: 50 euro

Visconti Lab
Indirizzo: viale Giulio Cesare, 2
Telefono: 063612890
Mail: info@viscontilab.it
Sito: https://www.viscontilab.it/
Costo: 45 euro (disponibile da giovedì 30 Aprile)

Laboratorio Analisi Gianturco
Indirizzo: Via Cesare Fracassini, 18
Telefono: 063225927
Mail: info@laboratoriogianturco.it
Sito: http://www.laboratoriogianturco.it/
Costo: 43 euro (necessario inserirsi in una lista d’attesa)

Laboratorio Analisi Sargentini Lifebrain
Indirizzo: via di Tor Fiorenza, 47
Telefono: 0686211064
Mail: laboratoriosargentini@lifebrain.it
Sito: https://www.lifebrain.it/laboratorio/laboratorio-sargentini/
Costo: 20 euro (in tutta la catena Lifebrain il prezzo è lo stesso)

Laboratorio di Patologia clinica Giarnieri Lifebrain
Indirizzo: via Po, 43
Telefono: 068553464 – 068414888
Mail: laboratoriogiarnieri@lifebrain.it
Sito: https://www.lifebrain.it/laboratorio/laboratorio-analisi-giarnieri/
Costo: 20 euro (in tutta la catena Lifebrain il prezzo è lo stesso)

Monterchi Srl
Indirizzo: via Montello 14/16
Telefono: 06 370 1375
Mail: lab-monterchi@pec.it
Sito: http://www.monterchi-lab.it/LMN/index.htm
Costo: 45 euro

L’ACCUSA ALLE CLINICHE
Lo scorso 17 aprile, un articolo del Corriere della Sera aveva riportato di alcune strutture private – dal Laboratorio Antonini a Usi, passando per Analisi Cliniche Luisa, fino al Poliambulatorio Talenti – finite sotto la lente d’ingrandimento dell’Antitrust, in seguito ad alcune segnalazioni ricevute dalla Regione Lazio.

L’accusa era infatti quella di aver applicato aumenti di prezzo fino a 80 euro su questi esami, rispetto alle tabelle della Regione. Consultate da RomaH24, alcune di queste strutture si sono difese, illustrando nel dettaglio le proprie offerte al pubblico.

Dal Laboratorio Antonini, in viale Regina Margherita 158, gli addetti hanno espresso a RomaH24 grande stupore: “Non sappiamo come sia possibile che siamo finiti in questo elenco, non siamo nemmeno aperti. Riprenderemo le attività il 4 maggio, non stiamo effettuando alcun tipo di test”.

Chi invece ha risposto alla lettera dell’Antitrust è Analisi Ciniche Luisa, in via Padova 96: “Abbiamo inviato la nostra posizione all’Autorità garante e spiegato esplicitamente che siamo estranei a questa interpretazione. Noi il test lo facciamo pagare 40 euro, anche meno rispetto ai 45 indicati dalla Regione Lazio, il che è anche poco visti i costi della struttura. Siamo prontissimi a un’azione legale per difenderci”.

A pochi chilometri dal quartiere, anche il Poliambulatorio Talenti (via Pietro Aretino 41) ha negato ogni coinvolgimento: “E pensare che, il 9 aprile, avevamo parlato con il Messaggero, chiarendo che il test, a oggi, non lo facciamo, perché vogliamo aspettare la conferma che sia realmente efficace. E lo abbiamo detto anche all’Antitrust. Lo ribadiamo: avvieremo i test soltanto quando saremo certi dell’affidabilità“.

“Sono solo speculazioni – esordisce il dottor Marco Speroni dalla clinica Usi, che ha sede anche a Prati, in via Virginio Orsini 18 -. Abbiamo chiaramente scritto sul nostro sito che, al momento, non effettuiamo test sierologici e sarà così almeno fino a quando non ci sarà una normativa specifica. E non abbiamo neanche avuto nessun contatto con l’Antitrust, è una falsità enorme. Il nostro gruppo ha acquistato dei test sierologici solo per i dipendenti, per salvaguardarne la sicurezza. I dati sono tutti nel nostro sistema automatico”.

E sempre da Prati è il dottor Paolo Meo, specialista in malattie infettive e medicina tropicale, a chiarire la posizione della clinica Cesmet in via degli Ammiragli 67, da lui diretta: “Puntualizzo innanzitutto che il centro medico Cesmet Clinica del Viaggiatore è un poliambulatorio specializzato in medicina dei viaggi e medicina preventiva, dove si effettuano consulenze, vaccinazioni, e anche visite specialistiche di medicina internazionale. Per quanto riguarda le faccende inerenti il controllo del Covid-19il test sierologico viene inserito in un consulto che consta di diverse fasi, in cui il soggetto viene seguito con la storia sanitaria dei 3 mesi precedenti il consulto e per i 15 giorni successivi agli esami, al termine dei quali viene rilasciato un certificato medico legale. Il test sierologico, di per sé, non ha valore interpretativo se non è inserito in un contesto più ampio, perché da solo prende la sola fase della produzione anticorpale dell’organismo, escludendo l’inizio del contagio e tutta la fase di sviluppo dei sintomi. Abbiamo spiegato questo modello e il protocollo all’Antitrust a giustificazione del fatto che noi non vendiamo o effettuiamo test rapidi. Nel nostro sito tutto questo è indicato chiaramente“.

LEGGI lo speciale (a cura di Claudio Lollobrigida)