7 marzo 2019 - 13:32 . Salario . Cronaca

Via Guido d’Arezzo, così un falso dentista rubava soldi ai suoi clienti

Visitava i pazienti spacciandosi per un dentista, prenotava gli appuntamenti per le cure, incassava i soldi e poi spariva. È accaduto a via Guido d’Arezzo, al confine tra Salario e Parioli e vicino al commissariato della Polizia di zona.

La truffa era stata orchestrata a regola d’arte: le vittime venivano accolte in quello che sembrava uno studio odontoiatrico a tutti gli effetti, al quarto piano di un palazzo signorile. Dopo la consulenza del presunto dentista, i pazienti ricevevano il preventivo delle spese mediche e pagavano o in un’unica soluzione o facendo ricorso a un finanziamento. Le vittime, ignare del raggiro, alla data dell’appuntamento previsto, però, trovavano la porta dello studio sbarrata.

Una delle vittime, capito cosa fosse accaduto, ha sporto denuncia al vicino commissariato Salario Parioli. Gli investigatori hanno quindi scoperto che del presunto studio non c’era più alcuna traccia, se non per gli ingenti debiti d’affitto lasciati insoluti e per gli stipendi non pagati ai dipendenti assunti con l’inganno.

I titolari della società avevano replicato lo stesso stratagemma in varie città d’Italia. I responsabili dell’attività, un uomo ed una donna, sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di truffa.