4 aprile 2019 - 11:57 . Trieste . Cronaca

Via Appennini, ecco che cosa trapela sul ritrovamento dei due scheletri

Massimo riserbo sulla questione. È questo l’input dato dalla Soprintendenza del Ministero dei Beni culturali agli operai Italgas che, in via Appennini, hanno rinvenuto due scheletri umani. La notizia è stata diffusa questa mattina dal Corriere della Sera e, secondo il quotidiano, i resti potrebbero appartenere a due garibaldini impegnati sul fronte di Porta Pia, oppure a persone vissute tra il III e il IV secolo d.C. Ma, al momento, dal Comune non trapela altro.

È la seconda volta in pochi mesi che, nel nostro quartiere, delle ossa tornano alla luce. Lo scorso ottobre accadde nella sede della Nunziatura Apostolica in via Po: Si ipotizzò che potessero appartenere a Emanuela Orlandi (la giovane cittadina vaticana scomparsa in circostanze misteriose il 22 giugno 1983) oppure a Mirella Gregori, di cui si persero le tracce in circostanze altrettanto misteriose lo stesso anno. Ma la procura di Roma chiese di archiviare il caso, dopo che i medici legali stabilirono l’appartenenza a un uomo morto tra il 90 e il 230 d.C. Ora un nuovo mistero piomba nel nostro quartiere.

LEGGI lo speciale sui misteri del Trieste-Salario (a cura di Emiliano Magistri)

LEGGI l’intervista a Pietro Orlandi (a cura di Daniele Galli)