6 giugno 2019 - 19:00 . Trieste-Salario . Cultura

Tutti gli appuntamenti di venerdì e sabato nel Trieste-Salario

La settimana nel Trieste-Salario continua con mostre, concerti e non solo. Di seguito tutti gli appuntamenti nel quartiere per venerdì 7 e sabato 8 giugno.

 

venerdì 7 giugno

Alle 20.30 alla libreria Eli l’Associazione culturale Snc Libri si presenta al pubblico con un evento dedicato al secondo impegno nella narrativa di Mariella Sellitti, sceneggiatrice, “Le forme dell’amore“.

La personale di Clara Garesio dal titolo “Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte”, a cura di Lisa Hockemeyer, in programma alla Casina delle Civette (Musei di Villa Torlonia) fino al 29 settembre, propone una selezione di opere della storica ceramista di formazione faentina.

Fino al 14 giugno nella sede di SinergieSolidali a via Volsinio, la mostra “Traiettorie“. Una esposizione d’arte a cura di Sonia Vecchio e Silvia Filippi, che vede protagoniste le opere di vari artisti. Il vernissage oggi alle ore 18 con la performance live dal titolo “Traiettorie urbane” di Lac68.

Fino al 3 luglio alla Casa del Cinema la mostra “Omaggio a Franco Gasparri, stella degli anni ’70”. Al principe dei fotoromanzi viene dedicata una corposa mostra fotografica, composta da cento ritratti, 150 scatti, video e copie originali di fotoromanzi d’epoca provenienti da collezioni private, dagli archivi della casa editrice Lancio e da quelli di produzioni cinematografiche. Inoltre saranno proiettati alcuni film che lo hanno visto protagonista.

Con la mostra “ROMA50. Istantanee di un decennio. 200 immagini mai viste dall’archivio del quotidiano Paese Sera a cura di Giuseppe Casetti e Chiara Gelato, si apre al Museo del Louvre di via della Reginella l’esposizione permanente dedicata all’immenso patrimonio fotografico ascrivibile agli anni Cinquanta dello storico quotidiano romano che quest’anno compie settant’anni dalla nascita.

Alle Scuderie del Quirinale in mostra fino al 30 giugno la figura di Leonardo da Vinci. “Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza” ripercorre l’opera dell’artista sul fronte tecnologico e scientifico e traccia le connessioni culturali con i suoi contemporanei, per offrire una visione ampia di questa grande figura, spesso presentata come genio isolato.

Approdano al Museo Bilotti i quadri e le carte di Vincenzo Scolamiero, nella personale intitolata “Della declinante ombra”, curata da Gabriele Simongini. In mostra fino al 9 giugno.

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano fino al 30 giugno, nella sede di Galleria Corsini a Roma, la mostra Robert Mapplethorpe. L’obiettivo sensibile, a cura di Flaminia Gennari SantoriLa mostra, che raccoglie quarantacinque opere, si concentra su alcuni temi che contraddistinguono l’opera di Robert Mapplethorpe (1946 — 1989): lo studio delle nature morte, dei paesaggi, della statuaria classica e della composizione rinascimentale.

 

sabato 8 giugno

Dalle ore 10.30 le “Letture animate in inglese” a cura di Silvia D’Aquino (Indipendent Usborne Organizer) e dei docenti della Atw English School. L’attività è rivolta ai bambini dai 4 agli 8 anni iscritti alle Biblioteche di Roma.

Oggi e domani alla Casina di Raffaello di Villa Borghese dove i piccoli spettatori potranno conoscere le leggende polacche più famose di sempre. I laboratori sono riservati ai bambini dai 6 anni in su.

Alle 21 andrà in scena al Teatro Torlonia “La Cometa di Teresa e Andrzej Wełmiński, due autori nati artisticamente in seno alla leggendaria compagnia teatrale polacca Cricot 2 di Tadeusz Kantor. Lo spettacolo è all’interno del Corso Polonia 2019, il festival della cultura polacca organizzato dall’Istituto Polacco a Roma che dall’1 al 16 giugno 2019 animerà la Capitale per oltre due settimane di eventi diffusi.

Fino al 21 giugno a SpazioCima in programma “Far above the moon“, la mostra su David Bowie, a 50 anni dall’album “Space Oddity“. Circa trenta le opere e le installazioni in esposizione, di vari formati. Una mostra incentrata sul rapporto tra il cantante e lo spazio, che in tante occasioni è stato approfondito. Ingresso libero dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.

Fino al 13 ottobre alla Galleria d’Arte Moderna è in programma “Wechselspiel“, una doppia installazione site specific di Paolo Bielli e Susanne Kessler ispirata alla mostra in corso “Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione“.

Fino al 15 settembre alla Casina delle Civette di Villa Torlonia la mostra “La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980”. Esposte più di 50 opere in vetro, tutti pezzi unici e rari provenienti direttamente dalla loro collezione privata.

Fino al 27 ottobre il Museo dell’Ara Pacis ospita la mostra “Claudio Imperatore. Messalina, Agrippina e le ombre di una dinastia” promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e da Ville de Lyon.

Ai Mercati di Traiano fino al 18 ottobre in programma “Mortali Immortali. I tesori del Sichuan nell’antica Cina una grande mostra dedicata all’antica civiltà del Sichuan promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dall’Ufficio del Patrimonio Culturale della Provincia del Sichuan, curata da Wang Fang, archeologa e vice direttrice del Museo di Jinsha, e organizzata da ChinaMuseum International con il supporto organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

Da oggetto da ammirare, in veste di angelo o di tentatrice, a soggetto misterioso che s’interroga sulla propria identità fino alla nuova immagine nata dalla contestazione degli anni sessanta: la mostra Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione – alla Galleria d’Arte Moderna di Roma fino al 13 ottobre – è una riflessione sulla figura femminile attraverso la visione di artisti che hanno rappresentato e celebrato le donne nelle diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri.

Fino al 25 agosto al Chiostro del Bramante i sogni incontrano la grande arte contemporanea. In scena “Dream”, la mostra dove a straordinarie opere d’arte si alternano lavori site-specific ripensati per gli spazi del complesso museale.

Fino all’8 settembre al Maxxi arriva “Paola Pivi. World Record“, a cura di Hou Hanru e Anne Palopoli. Un progetto site specific, immersivo e coinvolgente, tra opere storiche e lavori più recenti.

 

CONSULTA l’agenda