Trieste-Salario

Zoffoli: “Vi racconto il mio omaggio a Mozart”

Mostrare tutte le sfaccettature della vena creativa di Mozart. Con questa intenzione il violinista Fabrizio Zoffoli, insieme al suo gruppo, il Quartetto Guadagnini, ha messo in scena un nuovo progetto: un’esecuzione dedicata a Mozart, integrata dalla voce narrante di Sandro Cappelletto, famoso musicologo e critico.

Lo spettacolo, andato in scena al teatro Argentina di Roma lo scorso febbraio, ha visto protagonista Fabrizio, che vive nel Trieste-Salario, insieme ai suoi colleghi (Cristina Papini, Matteo Rocchi ed Alessandra Cefaliello), e ha ottenuto ottimi riscontri di pubblico e critica.

“Stiamo lavorando su altri progetti del genere – continua Zoffoli – che abbiamo in mente di proporre in estate: vogliamo proseguire questo filone, nato dalla creatività di Cappelletto. È stata una fortuna lavorare con lui come anche con Giovanni Bietti, entrambi grandi conoscitori della musica, ma soprattutto persone in grado di darci una chiave interpretativa diversa”.

Dopo gli esordi nel 2012, il Quartetto ha avuto una crescita importante che l’ha visto esibirsi nelle principali stagioni musicali in Italia e all’estero. Inoltre, i ragazzi qualche mese fa hanno inciso un cd, realizzato grazie al ricavato di una raccolta fondi, che è stato poi distribuito insieme alla rivista Amadeus, la più importante del settore musicale.

Mattoncino dopo mattoncino ci siamo trovati a costruire un palazzo – racconta Fabrizio – senza che ce ne rendessimo conto. È stato fondamentale per raggiungere questo scopo affidarci a insegnanti seri e competenti. Una delle esperienze più significative avute è stata sicuramente l’incontro con Hatto Bayerle, storica viola del Quartetto Alban Berg, ma abbiamo lavorato anche con grandi professionisti come Michael Seberich, uno dei più importanti tecnici del mondo. Per crescere in modo positivo serve un impegno continuo”.

(Cristiana Ciccolini)