Trieste-Salario

De Fazio: “La mia terapia per i ballerini”

di Cristiana Ciccolini

È un operatore olistico con la valigia sempre pronta. Roberto De Fazio, da trent’anni specializzato in terapie della medicina tradizionale cinese, lavora nel quartiere principalmente a domicilio. Si trova però molto spesso in viaggio, sia per seguire i suoi clienti che per motivi personali.

“Ho iniziato per hobby – racconta – praticavo con le danzatrici allieve di mia moglie e con le sue colleghe, poi ho deciso di studiare in Cina conseguendo dei master di eccellenza. E ho continuato a trattare i ballerini”.

È grazie a sua moglie, Alessandra Grasso, che ha iniziato a mettere le sue competenze a disposizione di questa categoria di artisti. Lei, sposata nel 1991, insegna all’Accademia Dancer di Zibo, vicino Pechino, il metodo Vaganova, un approccio alla danza classica che lega l’eleganza della scuola francese alla tecnica di quella italiana.

“Per i ballerini – continua – è molto importante riuscire a eliminare velocemente eccessi di acido lattico e blocchi energetici. I trattamenti che svolgo – coppettazione, moxibustione, riflessologia plantare e massaggio tuina (tipologia cinese) – servono proprio a questo scopo, ma soprattutto agiscono sulla causa e non sul sintomo”.

I quattro figli maschi di Roberto hanno seguito le orme della madre: sono tutti ballerini e attuamente si trovano all’estero. Quindi Roberto per vederli è costretto a viaggiare. “Qui a Roma mi trovo da solo – afferma – ma grazie agli aerei si riescono ad abbattere le distanze. Alessandra è vicino a Pechino e anche il mio figlio maggiore, Leonardo (26 anni) e Gabriele (22 anni): il primo dirige una compagnia di danza, il secondo è primo solista. Raffaello e Francesco Maria (15 e 13 anni), invece, stanno studiando a Berlino, nella prestigiosa scuola Berlin Ballettschule. Mi danno grandi soddisfazioni, sono un marito e un padre fortunato”.