Prati | Articoli

Bilancio, è guerra di numeri sui fondi non spesi

di Gianluca Colletta

I fondi ci sono ma i Municipi non li sanno spendere e li perdono. Anzi no. È polemica intorno all’articolo del Corriere della Sera uscito, lunedì 25 febbraio, sulla capacità di spesa dei municipi che riporta i dati emersi durante un confronto tra l’assessore capitolino al bilancio, Gianni Lemmetti e i Municipi. Secondo il quotidiano, che stila la classifica dei territori meno virtuosi il I Municipio avrebbe rimandato indietro 5,2 milioni di euro, rispetto ai 12,3 assegnati dal Campidoglio, pari al 42% dei fondi.

Una notizia respinta con forza al mittente dalla giunta della presidente Alfonsi, che ha pubblicato su Facebook il dettaglio di come sono stati impegnati i fondi entro i termini previsti del 31 dicembre. “Si tratta di una fake news a orologeria con numeri falsi – ha spiegato l’assessore al bilancio del I Municipio, Giovanni Figà Talamanca -. I numeri pubblicati si riferiscono a 4 mesi fa. Sul sito istituzionale abbiamo pubblicato a dicembre i bandi per gare pari a un totale di oltre 5 milioni di euro. Il consuntivo si fa a fine anno e non a novembre”.

Tra le opere messe in cantiere ci sono, per quanto riguarda Prati, bandi per oltre un milione di euro per i mercati rionali, sia per quello dell’Unità che per quello Vittoria di via Sabotino, oltre 100 mila euro per i lavori di rifacimento della palestra della scuola di via Silvio Pellico, la gara per gli impianti di irrigazione nei parchi e 150 mila euro per la scuola Vaccari. A questi si aggiungono gli interventi di manutenzione stradale e gare su tutto il restante territorio del I Municipio.

“Abbiamo impegnato tutti i fondi a nostra disposizione. Abbiamo corso come pazzi, tra progettazione, bandi e impegno delle risorse, per riuscirci, visto che i fondi dell’assestamento di bilancio ci sono arrivati solo a ottobre. Soldi che peraltro erano quelli assegnati ai dipartimenti capitolini che non sono stati in grado di impegnarli. Non vorrei che questa operazione – ha sottolineato Figà Talamanca – servisse a nascondere l’incapacità dell’amministrazione centrale di spendere i propri soldi. Tra poco però arriverà il bilancio consuntivo e scopriremo la verità”.

Sui 590 milioni indicati dal quotidiano come non spesi infatti quasi mezzo miliardo di euro era gestito dai dipartimenti. “Il problema – ha scritto l’assessore Anna Vincenzoni sulla sua pagina Facebook – sta nei dati che sono stati forniti al quotidiano, quasi certamente dall’ufficio stampa del Campidoglio. Dati che, probabilmente per sviare l’attenzione dalla performance disastrosa dei Dipartimenti, 500 milioni non spesi, prendono in considerazione per i Municipi dati che si fermano a novembre 2018. Insomma, una fotografia completamente sbagliata, e non crediamo sia per caso. Il trucco è far uscire la notizia. Ma noi abbiamo chiesto al Corriere la rettifica”.