15 giugno 2019 - 10:08 . Cavour . Curiosità

Spazi, luci e colori: così piazza Cavour è diventata un simbolo anche per i turisti

“Guarda che spazi, che luce, che colori. Questa piazza è una delle più belle di Roma, c’è poco da dire». Al crepuscolo di una giornata di primavera, i colori di piazza Cavour creano suggestioni particolari. Andrea abita in via Crescenzio, a pochi metri di distanza. Porta spesso le figlie a giocare nei giardini della piazza, rinnovati nel 2012 e diventati un polo d’attrazione, di giorno e di notte. Durante la giornata, sopratutto durante i mesi primaverili ed estivi, è frequentato dai turisti, che scoprono piazza Cavour e le sue bellezze un po’ a sorpresa.

«È al di fuori dei normali intinerari turistici, ma colpisce», ci spiega Alex, ex studentessa americana che ora lavora in uno studio creativo del quartiere. «Ricordo la prima volta che ho visto questa piazza» racconta. «Vidi il Palazzaccio dal lato del lungotevere, non sapevo cosa fosse. Ci girai intorno e scoprii piazza Cavour: ampia, luminosa, particolare. Quando ho trovato lavoro qui dietro, l’ho considerato un segno del destino. È un po’ il mio “posto speciale” di Roma».

LEGGI lo speciale (a cura di Alessio Ramaccioni)

SFOGLIA il pdf del giornale